Contesto di riferimento dell'Alta Formazione Professionale Contesto di riferimento dell'Alta Formazione Professionale


L’Alta Formazione Professionale risponde alle seguenti esigenze:

- strutturare un sistema che trovi la sua identità e la sua forza in un quadro di percorsi formativi che partendo dall’inizio del secondo ciclo del sistema educativo nazionale si estendano oltre la sua conclusione verso livelli di alta formazione;
- far fronte alla domanda di formazione espressa da coloro che provenendo dalla formazione professionale, o dal sistema scolastico o dal mondo del lavoro intendano proseguire nell'alta formazione professionale e non nel canale universitario;
- formare figure professionali di livello superiore coerenti con i reali bisogni del territorio e del sistema socio economico, anticipando anche le tendenze del cambiamento dei sistemi produttivi;
- promuovere una più sistematica cooperazione e interazione tra le istituzioni formative, gli ambienti di lavoro e gli istituti di ricerca al fine di incrementare l’attrattività e la rilevanza dell’apprendimento sia a livello formativo sia nella vita lavorativa;
- preparare persone dotate di competenze di medio-alto livello spendibili e riconoscibili anche in ambito nazionale ed europeo.
 
Collocazione dell’Alta Formazione Professionale
- L’Alta Formazione Professionale costituisce, accanto al primo ciclo universitario, lo sviluppo ulteriore dei percorsi di istruzione tecnica e di istruzione e formazione professionale, accessibile anche ad un’utenza adulta, in una logica di lifelong learning.

 

 
 
 
Obiettivi dell’Alta Formazione Professionale
- L'Alta Formazione Professionale è volta allo sviluppo di figure professionali dotate di elevata preparazione in ambiti specifici e di eccellenza, in grado di svolgere un'attività professionale con significative competenze tecnico-scientifiche e livelli elevati di responsabilità e autonomia da realizzarsi valorizzando la metodologia dell'alternanza tra l'ambito formativo e quello lavorativo, in raccordo con il sistema universitario e il sistema produttivo provinciale.
 
I percorsi di Alta Formazione Professionale
- I percorsi di Alta Formazione Professionale hanno durata massima triennale e si concludono con il rilascio di un diploma che attesta l'acquisizione di competenze di alta formazione. Possono accedere all'alta formazione professionale gli studenti in possesso di diploma professionale di durata quadriennale o che hanno superato l'esame di stato al termine di un percorso del secondo ciclo.
 
Elementi caratterizzanti l’Alta Formazione Professionale
- Partenariato e reti territoriali a supporto dell’attuazione dei percorsi formativi; l’attuazione è supportata da una “partnership di progetto”, costituita dal soggetto attuatore (Istituto di istruzione secondaria superiore, Centro/Istituto di formazione professionale) e da associazioni di categoria, singole imprese, organizzazioni no profit, ecc..
- Attività formative che prevedono la valorizzazione di un apprendimento autodiretto e possono assumere carattere misto (in presenza, a distanza, ecc.) con una modalità obbligatoria di alternanza (nelle forme del tirocinio, del praticantato, ecc.).
- Raccordo con il sistema universitario, con il mondo del lavoro e opportunità di mobilità professionale e geografica attraverso il rilascio di crediti formativi riconoscibili.
- Accesso ai percorsi formativi attraverso una valutazione in ingresso, con riconoscimento di crediti (ed eventuali debiti), cui consegue la definizione di piani formativi personalizzati.
- Flessibilità dei percorsi, con possibilità di partecipazione (e di riconoscimento) ad attività formali e non formali, didattiche e in situazione professionale, supportate anche da formule di apprendimento a distanza.
- Alternanza formazione-lavoro.
- Organizzazione modulare dei percorsi per strutturare l’offerta formativa secondo criteri di componibilità logica e formativa collegata ai processi di acquisizione delle competenze.
- Orientamento all’apprendimento pratico per sviluppare una sempre maggiore autonomia operativa rispetto ai contesti organizzativi e professionali (anche attraverso forme di project work) e una maggiore capacità di autogestione del proprio sviluppo professionale.
 
Governance del sistema di Alta Formazione Professionale
L’Alta Formazione Professionale è in capo alla Provincia Autonoma di Trento che definisce i piani di studio nonché modalità e criteri di svolgimento dei percorsi. Al Comitato per l’Alta Formazione Professionale, composto da rappresentanti della Provincia, delle istituzioni scolastiche e formative, delle parti sociali, delle associazioni di categoria, della cooperazione, Camera di commercio, Artigianato e Agricoltura, Ordini collegiali, ordini e collegi professionali, università spetta il compito di approfondire e monitorare i fabbisogni professionali e validare le figure professionali.
Riferimenti legislativi
Il sistema di Alta Formazione Professionale è stato istituito dalla Legge Provinciale n. 5 del 15 marzo 2005, art. 11 ed è disciplinato dalla Legge Provinciale n. 5 del 7 agosto 2006 “Sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino”, art. 67.