Robotica: articoli e libri on-line Robotica: articoli e libri on-line

Quando in classe entra il robot

L'IRRE Piemonte fa scuola. Progetto dell'Istituto di ricerca piemontese per affiancare scuole e insegnanti interessati a sperimentare questa nuova risorsa pedagogica


"Un robot che muovendosi si sfascia in mille pezzi è una sfida all’intelligenza. Mentre nel virtuale tutto alla fin fine sembra funzionare, il robot che si muove nello spazio dell’aula, prima di operare secondo quanto gli alunni hanno progettato, mostrerà mille imprevisti a cui non si era pensato. E spesso non esiste una sola soluzione allo stesso problema". Giovanni Marcianò, responsabile del progetto Robotica dell'IRRE Piemonte, sa spiegare in maniera affascinante che effetto fa una tecnologia come la robotica una volta divenuta "strumento didattico". Proprio da simili riflessioni nasce il progetto dell'Istituto di ricerca piemontese, che intende aiutare scuole e insegnanti interessati a sperimentare questa nuova risorsa pedagogica.

A partire dal 2000 si contano in Italia esperienze sempre più ampie e specifiche di costruzione e uso di piccoli robot a scuola. Le attività si sono diffuse anche grazie ai kit a basso costo oggi disponibili e a linguaggi di programmazione dei robot particolarmente orientati all'impiego scolastico.

Le pratiche realizzate hanno "fatto scuola", dimostrando che l'introduzione di piccoli robot è possibile ad ogni livello dell'istruzione, dall'elementare al triennio di scuola superiore. E il tema dell'"Uso didattico della robotica" è divenuto oggi oggetto della ricerca triennale (2005/08) dell'IRRE Piemonte per validare attività didatticamente significative. Il progetto offre ai docenti informazioni, strumenti, occasioni formative per attivare metodologie innovative con le proprie classi e favorire apprendimenti in un ampio spettro di discipline, non solo scientifiche, ma anche umanistiche. Il sito dell'iniziativa è stato appena aggiornato con le ultime documentazioni dell'a.s. 2005/06 e online vi sono informazioni dettagliate su sette diversi modelli di robot, diversi linguaggi di programmazione (in particolare la versione "baby" di NQC, sviluppata ad-hoc dall'IRRE per l'uso con alunni di scuole elementari), esempi di attività in corso nelle scuole seguite dall'IRRE che dimostrano come la robotica può divenire metodologia didattica.

L'uso "pedagogicamente caratterizzato" di apparati robotici, da progettare, costruire, programmare e perfezionare in un laboratorio cognitivo, spiega il professor Marcianò, produce non solo apprendimento di conoscenze e sviluppo di abilità, ma ancor più maturazione di competenze, delle quali gli studenti beneficeranno per tutta la vita, di fronte a qualsiasi nuovo scenario - umano o tecnologico - lo sviluppo ci prospetterà, così come nella scelta del loro futuro formativo. "La robotica è di per sé una attività complessa, che difficilmente può essere scomposta e piegata a un insegnamento unilaterale, dal docente all’alunno. La robotica può essere solo svolta in gruppo, è di per sé multidisciplinare, richiede creatività e concretezza, fantasia e metodo, sapere e saper fare. Al minimo livello, come quello che l’IRRE propone alle scuole elementari e medie, è comunque un continuo confronto con la complessità che informatica (il linguaggio di programmazione), meccanica (la struttura fisica del robot) e elettronica (cablaggi, componenti …) propone agli alunni e agli insegnanti stessi".

Sul sito del progetto verrà aperto presto un forum dedicato a chiunque voglia partecipare al progetto o accostarsi alla robotica, in cui porre domande o proporre discussioni al “Gruppo di lavoro regionale” dell’IRRE. Una comunità di pratica sarà riservata alle scuole che sperimenteranno NQCbaby e NQCjunior ed andranno ad aggiungersi a quelle di Tortona e Baveno, che già negli scorsi anni hanno introdotto la robotica in classe. Sia per il forum che per la comunità di pratica non vi sono limiti territoriali e possono parteciparvi anche scuole al di fuori del Piemonte. Gli insegnanti che vogliano aderire alla sperimentazione del linguaggio NQC-baby possono trovare sul sito del progetto Robotica tutte le indicazioni per candidarsi.

 

Robotica - Ricerca triennale IRRE Piemonte


Fonte:

Sophia Magazine

Correlati:
 
Data pubblicazione:

14/04/2008

Invia via E-mail