I progetti ponte a supporto dell’orientamento scolastico e del successo formativo

Garantire a ogni studente la continuità didattica, attenuare e superare i disagi che possono presentarsi nel passaggio tra i diversi ordini di scuola, favorire l’adozione di strategie e strumenti per la progettazione e la realizzazione di processi di inclusione per prevenire l’insuccesso e/o l’abbandono scolastico

Cosa sono e a cosa servono

I "progetti ponte" sono attività di orientamento a favore degli alunni/e iscritti/e alla scuola secondaria di primo grado, realizzate tramite un accordo tra l'istituzione scolastica del primo ciclo, alla quale l’allievo/a interessato/a è iscritto/a, e le istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo.
Sono riservati agli studenti iscritti alla scuola secondaria di primo grado e vengono svolti presso le scuole secondarie di secondo grado o gli istituti di formazione professionale.
Si tratta di percorsi didattico-esperienziali che hanno la finalità di orientare, a fronte di fragilità educative, il percorso nel secondo ciclo di istruzione e formazione, a partire dalle competenze e dalle attitudini individuali, sviluppate nel corso del primo ciclo di istruzione.

A chi si rivolgono

Le attività denominate “progetti ponte” sono riservate agli studenti/sse iscritti alla scuola secondaria di primo grado che necessitano di iniziative di orientamento, in particolare – previa valutazione di ogni singola situazione personale da parte del consiglio di classe- sono destinati a:

a) alunni e alunne iscritti/e alla classe seconda e terza della scuola secondaria di primo grado per i quali, la partecipazione a un percorso strutturato di orientamento e di supporto motivazionale può favorire il processo formativo
b) alunni e alunne a rischio di abbandono e dispersione scolastica anche derivante da bisogni educativi speciali (art. 2, comma 1, lettera h e lettera k,della legge provinciale sulla scuola)

Tipologie progettuali

I progetti ponte possono caratterizzarsi come:

a) percorsi di orientamento: sono strutturati in moduli brevi, articolati fino a un massimo di 50 ore complessive, sino a un massimo di due progetti per alunno/a, da realizzarsi presso le istituzioni del sistema di istruzione e formazione del secondo ciclo. Tali progetti sono rivolti agli alunni/e che, a partire dalla classe seconda della scuola secondaria di primo grado, hanno la necessità di trovare un supporto orientativo e motivazionale che possa favorire la prosecuzione del loro iter formativo. I percorsi possono essere organizzati anche per piccoli gruppi omogenei di allievi/e
b) percorsi di preinserimento scolastico: sono realizzati a favore di alunni e alunne frequentanti la classe terza della scuola secondaria di primo grado, con bisogni educativi speciali, certificati ai sensi della Legge 104/92, all'interno di un’istituzione del sistema di istruzione e formazione del secondo ciclo, prevedendo un totale di ore variabile, fino a un massimo di 120 , in coerenza con gli obiettivi previsti nel PEI (Piano educativo individualizzato)

Accordi di partenariato

Le istituzioni scolastiche del primo ciclo stipulano una convenzione con le istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo presso le quali vengono attivati i progetti ponte. L’accordo di progetto prevede:

a) il numero complessivo delle ore di frequenza dell’alunno/a presso l’ istituzione scolastica e formativa del secondo ciclo
b) le responsabilità in capo ai Dirigenti/Direttori delle istituzioni coinvolte e agli esercenti la potestà genitoriale, relativamente al trasporto, agli oneri assicurativi e alla vigilanza sulla frequenza
c) le modalità di raccordo tra le istituzioni scolastiche e formative per quanto attiene la verifica e la valutazione delle attività, gli esiti educativi e di apprendimento in ambito disciplinare
d) la nomina di un docente tutor per ognuna delle istituzioni coinvolte, che opera in qualità di referente per lo studente, gli esercenti la potestà genitoriale nonché l’istituzione di appartenenza

All’accordo è allegato il progetto educativo in cui sono definiti gli obiettivi, i tempi, le modalità attuative del progetto educativo e formativo e della valutazione. Il progetto è elaborato congiuntamente dalle istituzioni scolastiche e formative coinvolte. E’ approvato dal consiglio di classe dell’istituzione scolastica del primo ciclo presso la quale l’ alunno/a interessato/a è iscritto/a.

Il progetto è condiviso e sottoscritto da chi ne esercita la potestà genitoriale.

Modalità di attivazione

 La proposta di attivazione dei progetti ponte è in carico al Consiglio di classe dell’alunno/a destinatario/a del progetto stesso. Il Consiglio di classe, attraverso il referente dell’alunno/a, dopo aver acquisito il parere favorevole dei genitori o di chi ne esercita la potestà genitoriale, si attiva, in collaborazione con il docente referente dell’orientamento e/o dei bisogni educativi speciali d’Istituto, per individuare l’ istituzione scolastica e formativa del secondo ciclo presso la quale svolgere il progetto.

Per la realizzazione del progetto è necessaria la compilazione della modulistica di riferimento contenente:

a) relazione sul percorso scolastico dell’alunno/a, situazione di disabilità e/o altre forme di svantaggio
b) obiettivi dell’intervento
c) tempi, contenuti e metodologia dell’intervento
d) risorse professionali impiegate
e) modalità di verifica e valutazione dell’intervento.

Il progetto è inviato all’istituzione scolastica e formativa del secondo ciclo che ospita lo studente:

  • entro la fine del mese di gennaio per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, per i quali si prevede l’avvio del progetto nel corso del medesimo anno scolastico
  • entro la fine del mese di giugno per gli studenti della secondaria di primo grado il cui avvio del progetto è previsto con l’inizio del nuovo anno scolastico

Entro le date sopraindicate è compito dell’istituzione scolastica di provenienza dell’alunno/a inserire nell’Anagrafe Unica degli Studenti (SAA) la nota contenente il numero di ore previste** dal percorso e la sede scolastica presso cui sarà svolto il progetto.

** l’applicativo di SAA sarà aggiornato in applicazione del presente provvedimento.

Monitoraggio degli interventi

In relazione ai percorsi sopradescritti, sono realizzate iniziative di accompagnamento da parte dell’amministrazione scolastica provinciale nonché attività di monitoraggio e di verifica funzionali alla loro piena attuazione. La struttura provinciale competente, per facilitare la definizione degli obiettivi e degli impegni tra le istituzioni scolastiche e formative coinvolte, predispone una modulistica di riferimento per la stesura dei progetti e relativi accordi.

Torna all'inizio