Repertorio provinciale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali

Elenco di titoli di istruzione e formazione e di qualificazioni professionali significative per il nostro territorio

Cos’è il “Repertorio provinciale" e quali profili possono essere certificati?

Si tratta di un elenco di titoli di istruzione e formazione e di qualificazioni professionali significative per il nostro territorio.
Il Repertorio provinciale è strutturato in Quadri che a loro volta possono essere articolati in sezioni:

a) Quadro provinciale dei profili e delle qualificazioni professionali
b) Quadro dei titoli di istruzione e formazione
         b1) Sezione Istruzione e formazione professionale
         b2) Sezione Alta formazione professionale
         b3) Sezione delle Specializzazioni tecniche superiori
         b4) Sezione di titoli di istruzione
c) Quadro delle attività di lavoro riservate

Le qualificazioni che possono essere certificate attraverso il Sistema provinciale di certificazione delle competenze sono consultabili qui   .
Le qualificazioni non certificabili dal Sistema provinciale di certificazione delle competenze, riguardano l’istruzione e la formazione professionale (sezioni b1, b2, b4), le professioni regolamentate o normate (quadro c) il cui accesso al mercato del lavoro è subordinato al rilascio di specifici certificati di abilitazione, specifiche leggi che regolano l’esercizio delle singole professioni.

 Repertorio provinciale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali - DATA BASE

Implementazione e aggiornamento del Repertorio

Il repertorio è uno strumento dinamico che viene aggiornato e integrato con nuove qualificazioni al fine recepire il fabbisogno del mercato del lavoro.
L'implementazione e l'aggiornamento del Repertorio provinciale, ossia l’inserimento di nuovi profili/qualificazioni professionali o la modifica di profili/qualificazioni professionali già presenti, avviene mediante domanda delle organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori e delle imprese, della Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura, degli ordini e dei collegi professionali, nonché degli enti strumentali della Provincia .
La domanda deve essere prodotta secondo le specifiche tecniche (format e criteri descrittivi) definite dalle “Linee guida tecnico-operative a supporto dell’implementazione e aggiornamento del repertorio provinciale   ”, utilizzando gli strumenti operativi B e C, in esser contenuti.

La domanda è trasmessa all’Ufficio programmazione delle attività formative e delle politiche di inclusione e cittadinanza all’indirizzo pec: serv.istruzione@pec.provincia.tn.it  che provvede alla valutazione tecnica e metodologica della qualificazione proposta.
L’adozione e/o l'aggiornamento dei profili/qualificazioni professionali saranno approvati dalla Giunta provinciale per poi essere inseriti nel Repertorio provinciale.

Torna all'inizio