NEWS - Valutazione del sistema scolastico e formativo NEWS - Valutazione del sistema scolastico e formativo

Bildungstandards in Austria: country wide formative evaluation

La valutazione degli alunni nel sistema scolastico austriaco


Lo scorso 6 giugno si è tenuto, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Trento, un seminario incentrato sulla valutazione degli alunni nel sistema scolastico austriaco.

L'ospite intervenuto in tale occasione, è stata la professoressa Elisabeth Mürwald-Scheifinger della Paedagogische Hochschule di Baden. La professoressa ha illustrato nei dettagli l'innovativo sistema di valutazione e di supporto nelle scuole, messo a punto dal sistema scolastico austriaco, nella lingua materna, inglese e matematica.
L'istituzione promotrice di questo progetto è il BIFIE, l'Istituto Federale per la Ricerca Educativa, l'Innovazione e lo Sviluppo della Scuola austriaca: esso ha il preciso compito di implementare gli standard educativi per un insegnamento orientato alle competenze.

Il punto di riferimento di questi standard è il concetto di “competenza” sviluppato da Franz E. Weinent nel 2001 :

«Competences are the cognitive abilities and skills that are available to solve certain problems as well as the related motivational and social dispositions and abilities to successfully solve problem in variable situations and to use them responsibly».

La fase di test è iniziata nel maggio del 2013 per terminare nel 2007 in ben 300 scuole pilota del IV e VIII grado (su base volontaria) e sarà estesa ben presto a tutte le scuole della bassa Austria: i quesiti erano incentrati sulla matematica e prevedevano diversi tipi di risoluzione e risposta. Quest'anno invece i test riguardano sia la matematica che la lingua straniera (inglese); nel 2014 toccherà alle prove di lingua materna.
Alunni, insegnanti e dirigenti hanno poi un riscontro, in forma personalizzata, sul risultato del test: infatti l'alunno potrà conoscere solo il proprio risultato; l'insegnante verrà a conoscenza dei risultati di tutta la classe e il dirigente di quelli di tutta la scuola.
L'attuazione degli standard educativi richiede diversi servizi di supporto che facilitano il riallineamento delle pratiche didattiche, come ad esempio il “Feedback Moderator”: cioè uno dei valutatori, il quale attraverso le proprie conoscenze cercherà di aiutare gli insegnanti, che lo richiedono, a migliorare il livello scolastico degli alunni.

Il seminario, organizzato dalla professoressa Olga Bombardelli della Facoltà di Lettere e Filosofia di Trento, si inserisce nel ciclo di seminari Jean Monnet in tema di Educazione alla Cittadinanza e integrazione europea


Autore:

Patrizia Puecher

Correlati:
 
Data pubblicazione:

13/06/2013

Invia via E-mail