Attuazione del Programma annuale della scuola dell'infanzia per l'anno scolastico 2015/2016. Assegnazione di finanziamenti alle scuole dell'infanzi...

Det. n. 28 del 12/05/2016

Attuazione del Programma annuale della scuola dell''infanzia per l''anno scolastico 2015/2016. Assegnazione di finanziamenti alle scuole dell''infanzia equiparate per oneri relativi al personale destinate al Fondo per la riorganizzazione e l''efficienza gestionale (Fo.R.E.G.) 2014-2015.

Mostra testo del provvedimento

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Pag. di 7 RIFERIMENTO: 2016-S167-00032

SERVIZIO INFANZIA E ISTRUZIONE DEL PRIMO GRADO

Prot. n. 22/2016-A

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 28 DI DATA 12 Maggio 2016

O G G E T T O:

Attuazione del Programma annuale della scuola dell'infanzia per l'anno scolastico 2015/2016. Assegnazione di finanziamenti alle scuole dell'infanzia equiparate per oneri relativi al personale destinate al Fondo per la riorganizzazione e l'efficienza gestionale (Fo.R.E.G.) 2014-2015.

Premesso che:
con deliberazione n. 1009 di data 15 giugno 2015 la Giunta Provinciale ha approvato il Programma annuale delle scuole dell'infanzia per l'anno scolastico 2015/2016 il quale definisce la dotazione organica del personale delle singole scuole dell'infanzia e i finanziamenti ai Comuni, per le scuole provinciali, e agli Enti gestori per le scuole equiparate. Il Programma annuale individua inoltre uno specifico fondo di riserva di Euro 8.431.181,00 per far fronte ad ulteriori spese di personale, di gestione ed a spese impreviste;
con deliberazione n. 2335 di data 18 dicembre 2015 la Giunta Provinciale modificando i Programmi annuali delle scuole dell'infanzia per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016 ha tra l'altro integrato il fondo di riserva ridefinendone l'importo ad Euro 12.724.597,86 per far fronte ad ulteriori spese di personale, di gestione, a spese impreviste ed in particolare per far fronte anche al riconoscimento delle spese sostenute in sede di presa d'atto delle risultanze finali dei bilanci consuntivi per l'a.s. 2011/2012, 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 delle scuole dell'infanzia provinciali e per l'a.s. 2013/2014 e 2014/2015 delle scuole dell'infanzia equiparate.

A seguito di quanto disposto alla lettera a) dell'Allegato C), parte integrante e sostanziale della deliberazione sopra citata di approvazione del Programma annuale per l'anno scolastico 2015/2016, tra le spese ammesse al finanziamento di questo specifico fondo c'è l'assegnazione agli enti gestori delle scuole dell'infanzia equiparate per la corresponsione al personale insegnante e non insegnante delle quote relative alla produttività per progetti/presenze per l'anno scolastico 2014/2015 in misura proporzionale ai costi sostenuti dalla Provincia per il proprio personale.

Il Dirigente del Servizio competente in materia di scuola dell'infanzia è autorizzato all'utilizzo del fondo di riserva, nel rispetto dei criteri individuati, così come previsto alla lettera a) del sopra indicato allegato.

L'art. 46, comma 7 della legge provinciale 21 marzo 1977, n. 13 prevede che le scuole equiparate assicurino al personale un trattamento economico equivalente a quello previsto per il corrispondente personale della scuola provinciale. Il successivo comma 8 prevede altresì che il rapporto di lavoro di tale personale sia regolato da un apposito contratto collettivo di categoria.

Il contratto ad oggi in vigore sottoscritto in data 4 novembre 2009 per le scuole equiparate prevede che il trattamento retributivo del personale segua le norme applicate al personale dipendente delle scuole dell'infanzia provinciali, per il personale insegnante e delle autonomie locali per il personale ausiliario.

Con gli Accordi del 04 luglio 2012 e del 17 gennaio 2014 per il personale della Provincia, a cui è collegato il personale degli enti gestori e delle associazioni, è stato disciplinato il fondo straordinario di cui all'art. 3, comma 2 della l.p. 27/2010 (Fo.R.E.G.).

In particolare il 4 luglio 2012 è stato sottoscritto l'Accordo avente ad oggetto "Accordo in ordine alle modalità di utilizzo, per il personale A.T.A. e assistente educatore delle istituzioni scolastiche e formative provinciali, per il personale insegnante e coordinatori pedagogici delle scuole dell'infanzia provinciali e per il personale docente delle istituzioni formative provinciali, delle risorse aggiuntive del Fondo straordinario di cui all'art. 3, comma 2, della l.p. n. 27/2010 denominato "FO.R.E.G.".

Il 17 gennaio 2014 è stato sottoscritto l'Accordo in ordine alle modalità di utilizzo per il personale A.T.A. e assistente educatore delle istituzioni scolastiche e formative provinciali, per il personale insegnante e coordinatori pedagogici delle scuole dell'infanzia provinciali e per il personale docente delle istituzioni formative provinciali, delle risorse aggiuntive per gli anni scolastici/formativi 2013/2014 e 2014/2015 del Fondo straordinario di cui all'art. 3, comma 2, della l.p. n. 27/2010 denominato "FO.R.E.G.", come confermate dall'art. 25, comma 2, della LP n. 25/2012. L'Accordo 17 gennaio 2014 proroga nell'efficacia, con modificazioni, l'"Accordo 4 luglio 2012".

L'articolo 8 dell'Accordo 4 luglio 2012, come prorogato nell'efficacia dall'Accordo 17 gennaio 2014, rinvia a contrattazioni decentrate a livello di Dipartimento delle conoscenza per l'individuazione dei criteri generali di ripartizione delle risorse complessivamente a disposizione per il finanziamento della "quota obiettivi specifici" del Fondo straordinario di cui all'articolo 3, comma 2, della legge provinciale n. 27/2010 denominato Fo.R.E.G. nonché degli obiettivi da perseguire nell'ambito delle categorie elencate all'art. 8, comma 1, citato per ciascuno dei tre raggruppamenti di personale.

In data 26 febbraio 2015 è stato sottoscritto l'Accordo decentrato concernente: "L'individuazione dei criteri generali di ripartizione delle risorse complessivamente a disposizione per il finanziamento della "quota obiettivi specifici" del Fondo straordinario di cui all'art. 3, comma 2, della legge provinciale n. 27/2010 e degli obiettivi da perseguire nell'ambito delle categorie di cui all'art. 8, comma 1, dell'"Accordo 4 luglio 2012", come prorogato nell'efficacia, con modificazioni, dall'"Accordo 17 gennaio 2014" degli obiettivi specifici/delle finalità da perseguire, del personale coinvolto nonché delle modalità di distribuzione tra i vari obiettivi specifici delle risorse a disposizione relativamente al personale insegnante della scuola dell'infanzia per l'a.s. 2014/2015".

Gli Accordi decentrati sottoscritti, riconoscendo modalità e trattamenti economici già previsti negli Accordi sopra citati, hanno definito puntualmente le modalità di utilizzo, per il personale delle scuole equiparate dell'infanzia delle risorse aggiuntive del Fondo straordinario di cui all'art. 3, comma 2, della legge provinciale n. 27/2010 denominato "Fo.R.E.G."., che prevedono nello specifico, analogamente all'accordo decentrato per il personale insegnante e non insegnante delle scuole dell'infanzia provinciali sottoscritto in data 26 febbraio 2015, le quote da destinare agli obiettivi generali e agli obiettivi specifici.

L'Ufficio infanzia del Servizio infanzia e istruzione del primo grado ha proceduto al calcolo e all'invio agli Enti gestori/Associazioni delle scuole dell'infanzia equiparata, sulla base della rilevazione dei dipendenti equivalenti alla data del 01 novembre 2014, del budget a disposizione delle stesse per il finanziamento del Fo.R.E.G. quota "obiettivi generali" e quota "obiettivi specifici" per l'anno scolastico 2014/2015.

Visti i preventivi di spesa inviati dagli Enti gestori/Associazioni delle scuola dell'infanzia equiparate, depositati agli atti, analizzati e valutati da parte dell'Ufficio infanzia:

- Federazione provinciale scuole materne nota ns. prot. n. PAT/RFS167-14/03/2016-0130160 di data 14 marzo 2016, integrato con nota ns. prot. n. PAT/RFS167-21/03/2016-0145119 di data 21 marzo 2016, per un totale complessivo relativo al Fo.R.E.G. - obiettivi generali e specifici di euro 2.727.872,56 (si rinvia l'indennità cuochi);

- Scuola materna di Cavalese e Masi nota ns. prot. n. PAT/RFS167-15/04/2016-0197432 di data 15 aprile 2016, integrata con nota prot. PAT/RFS167-19/04/2016-0202025 di data per un totale complessivo relativo la Fo.R.E.G. - obiettivi generali e specifici di euro 34.287,30;

- Associazione Co.E.S.I. nota ns. n. PAT/RFS167-24/02/2016-0091735 di data 24 febbraio 2016 per un totale complessivo relativo la Fo.R.E.G. - obiettivi generali e specifici di euro 373.978,30;

- Azienda Speciale Servizi Infanzia e Famiglia - G.B. Chimelli nota ns. prot. n. PAT/RFS167-23/03/2016-0150707 di data 23 marzo 2016 per un totale complessivo relativo la Fo.R.E.G. - obiettivi generali e specifici di euro 128.774,16;

- Scuola "C. Vannetti" di Rovereto nota ns. prot. n. PAT/RFS167-17/03/2016-0139826 di data 17 marzo 2016 e un totale complessivo relativo la Fo.R.E.G. - obiettivi generali e specifici di euro 46.498,42;

- Scuola materna S.Margherita Castelnuovo nota ns. prot. n. PAT/RFS167-15/04/2016-0195385 di data 15 aprile 2016 per un totale complessivo relativo la Fo.R.E.G. - obiettivi generali e specifici di euro 15.762,25.

Si tratta ora di quantificare in via definitiva le risorse da assegnare per la corresponsione dei compensi al personale insegnante e agli operatori delle scuole dell'infanzia equiparate per l'anno scolastico 2014/2015, sia della quota costituita annualmente dalle risorse risultanti dall'applicazione degli importi per dipendente equivalente di ciascun anno, sia delle risorse aggiuntive individuate dall'art. 4, comma 4, del citato Accordo di data 04 luglio 2012 e dal comma 2 dell'art. 3, comma 2, del citato accordo di data 26 febbraio 2015.

Dai calcoli effettuati dagli Enti gestori di scuole dell'infanzia equiparate il pagamento del Fondo per la riorganizzazione e l'efficienza gestionale (Fo.R.E.G.) comprensivo di oneri riflessi sono indicati nella sottostante tabella:


Quota presenza insegnanti Quota progetti insegnanti Quota presenza operatori Quota progetti operatori Totale complessivo Quota aggiuntiva S.personale Quota S.infanzia e istruzione del primo grado

Associazione Co.E.S.I.

197.908,55

77.580,00

72.699,75

25.790,00

373.978,30

126.170,52

247.807,78

Scuola Infanzia Santa Margherita - Castelnuovo
8.094,85

3.462,05

3.144,07

1.061,28

15.762,25

5.319,30

10.442,95

Scuola Materna Cavalese
14.031,48

5.077,84

7.000,80

2.342,46

28.452,58

9.650,97

18.801,61

Scuola Materna Masi
1.892,00

1.394,77

1.892,00

655,95

5.834,72

1.996,80

3.837,92

Scuola Materna Vannetti
26.145,20

10.760,13

6.969,67

2.623,42

46.498,42

15.613,09

30.885,33

ASIF Chimelli
70.594,97

26.297,34

23.729,85

8.152,00

128.774,16

43.388,16

85.386,00

Federazione Provinciale Scuole Materne
1.432.548,96

571.396,55

530.279,55

193.647,50

2.727.872,56

920.467,92

1.807.404,64

1.751.216,01
695.968,68
645.715,69
234.272,61
3.327.172,99
1.122.606,76
2.204.566,23

Di determinare in euro la spesa complessiva, cui si fa fronte:
- per euro 2.204.566,23 mediante impegno sul capitolo 250550/001 dell'esercizio finanziario 2016, con le disponibilità del fondo previste al punto 7 del dispositivo della deliberazione della Giunta provinciale n. 1009 di data 15 giugno 2015, come integrato con deliberazione n. 2335 di data 18 dicembre 2015, e di dare atto che la disponibilità residua del citato fondo dopo l'assunzione del presente provvedimento è pari ad euro 6.940.624,77;
- per euro 1.122.606,76 con i fondi già impegnati sul capitolo 908030 dell'esercizio finanziario 2014 con deliberazione della Giunta Provinciale n. 2058 del 29 novembre 2014.
Si prevede di liquidare il finanziamento assegnato ad avvenuta esecutività del presente provvedimento.
Ciò premesso IL DIRIGENTE

- vista la Legge provinciale 21 marzo 1977, n. 13 e successive modifiche;
- vista la deliberazione della Giunta provinciale n. 1009 di data 15 giugno 2015;
- visto l'accordo sul Fo.R.E.G. del 04 luglio 2012;
- visto l'accordo sul Fo.R.E.G. del 17 gennaio 2014;
- visto l'accordo sul Fo.R.E.G. del 26 febbraio 2015;
- visti gli Accordi decentrati sottoscritti in ordine alle modalità di utilizzo, per il personale delle scuole equiparate dell'infanzia delle risorse aggiuntive del Fondo straordinario di cui all'art. 3, comma 2, della legge provinciale n. 27/2010 denominato "Fo.R.E.G.".;
- vista la comunicazione del Servizio per il personale in relazione all'accantonamento dei fondi già impegnati con la deliberazione n. 2058 del 29 novembre 2014 sul capitolo 908030 dell'esercizio finanziario 2014 per l'utilizzo da parte del Servizio infanzia e istruzione del primo grado.

DETERMINA

di assegnare, per le motivazioni citate in premessa, alle scuole dell'infanzia equiparate le risorse per la corresponsione del Fo.R.E.G. - quota obiettivi generali - quota obiettivi specifici - al personale insegnante per l'anno scolastico 2014-2015, per un totale complessivo di euro 2.447.184,69, così come riportato nell'Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, completo dei dati richiesti ai sensi dell'art. 31 bis della L.P. 23/1992;
di assegnare, per le motivazioni citate in premessa, alle scuole dell'infanzia equiparate le risorse per la corresponsione del Fo.R.E.G. - quota obiettivi generali - quota obiettivi specifici - agli operatori per l'anno scolastico 2014-2015, per un totale complessivo di euro 879.988,30, così come riportato nell'Allegato 2) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, completo dei dati richiesti ai sensi dell'art. 31 bis della L.P. 23/1992;
di determinare in euro 3.327.172,99 la somma complessiva per la corresponsione del Fo.R.E.G. al personale delle scuole dell'infanzia equiparate, specificata per singola scuola nell'Allegato 3) che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, completo dei dati richiesti ai sensi dell'art. 31 bis della L.P. 23/1992;

di far fronte alla spesa derivante dal presente provvedimento di cui al punto 1) e 2), come di seguito indicato:
- per euro 2.204.566,23 mediante impegno sul capitolo 250550/001 dell'esercizio finanziario 2016, con le disponibilità del fondo previste al punto 7 del dispositivo della deliberazione della Giunta provinciale n. 1009 di data 15 giugno 2015, come integrato con deliberazione n. 2335 di data 18 dicembre 2015, e di dare atto che la disponibilità residua del citato fondo dopo l'assunzione del presente provvedimento è pari ad euro 6.940.624,77;
- per euro 1.122.606,76 con i fondi già impegnati sul capitolo 908030 dell'esercizio finanziario 2014 con deliberazione della Giunta Provinciale n. 2058 del 29 novembre 2014;

di liquidare ad avvenuta esecutività del presente provvedimento alle Scuole equiparate dell'infanzia gli importi indicati nell'Allegato 3) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per un totale complessivo di euro 3.327.172,99;

di pubblicare il presente provvedimento e gli allegati che formano parte integrante e sostanziale, sul sito internet istituzionale della Provincia ai sensi dell'art. 31 bis della L.P. 23/1992.

MP - MIS

IL DIRIGENTE
Roberto Ceccato

Torna all'inizio