Costituzione commissione d'esame per l'accertamento dell'esito positivo della frequenza al corso "Somministrazione e vendita alimenti" 2017 - Trent...

Det. n. 28 del 15/02/2017

Costituzione commissione d''esame per l''accertamento dell''esito positivo della frequenza al corso "Somministrazione e vendita alimenti" 2017 - Trento 1 - sede di svolgimento presso Accademia d''Impresa di Trento

Mostra testo del provvedimento

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Prot. n.
DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 28 DI DATA 15 Febbraio 2017
SERVIZIO ISTRUZIONE E FORMAZIONE DEL SECONDO GRADO, UNIV. E RICERCA
OGGETTO:
Costituzione commissione d'esame per l'accertamento dell'esito positivo della frequenza al corso "Somministrazione e vendita alimenti" 2017 - Trento 1 - sede di svolgimento presso Accademia d'Impresa di Trento RIFERIMENTO : 2017-S116-00033
Pag 1 di 6
LA DIRIGENTE
Premesso che :
- con deliberazione della Giunta provinciale n. 1014 di data 22.06.2015 è stato approvato lo schema di Accordo di Programma tra la Provincia autonoma di Trento e la Camera di Commercio,
Industria, Artigianato e Agricoltura di Trento per la durata della XV legislatura;
- il suddetto Accordo di Programma, in attuazione dell'articolo 19 della legge 29.12.2005 n. 20,
prosegue nei rapporti tra i due citati Enti di cui al precedente Accordo di Programma approvato con la precedente deliberazione della Giunta provinciale n. 316 di data 20.02.2009 e poi sottoscritto dalle parti in data 20.09.2009 ed oggetto nel tempo di modifiche ed integrazioni;
- con il nuovo Accordo di Programma, sottoscritto in data 3.07.2015 e ss.mm.ii,, si è inteso razionalizzare i rapporti tra la Provincia e la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Trento per tutta la durata della XV legislatura, prevedendosi gli obiettivi da realizzare, gli interventi, le attività e gli altri strumenti di attuazione, il quadro delle risorse occorrenti per ciascuna tipologia di interventi e di attività, nonché i rapporti finanziari tra le parti e le modalità ed i criteri di controllo e rendicontazione;
- visto l'articolo 6 del nuovo Accordo di programma rubricato "Formazione all'impresa (Accademia d'Impresa)", ove è previsto che la Camera di Commercio organizza, tramite la sua Azienda speciale denominata "Accademia d'Impresa", iniziative volte alla formazione professionale, alla qualificazione, all'aggiornamento, alla specializzazione e alla riqualificazione degli operatori nel settore del commercio e del turismo di cui all'articolo 10 della legge provinciale 2 giugno 1980 e, nel contempo, sono stabiliti i criteri attraverso i quali viene garantita l'attività di formazione professionale realizzata da Accademia d' Impresa;
- richiamati qui in particolare gli articoli 18 e 19 del nuovo Accordo di Programma rubricati rispettivamente "Ulteriori specifici rapporti" e "Formazione professionalizzante nei settori del commercio e del turismo", ove sono specificate le funzioni affidate alla suddetta Camera di Commercio ed in particolare la lettera a) comma 1) dell'art 18, e la lettera a), comma 1)
dell'articolo 19 che individua le attività formative denominate "Specifiche Leggi" per il conseguimento dei titoli necessari all'iscrizione in appositi albi o elenchi e per l'abilitazione all'esercizio di una professione, la cui realizzazione è affidata dalla Provincia alla Camera di Commercio tramite l'azienda speciale "Accademia d' Impresa";
- dato atto che la lettera c) del citato comma 1) dell'articolo 19 demanda le modalità gestionali delle attività affidate ad uno specifico provvedimento della Giunta provinciale;
- dato atto che Accademia d'Impresa sta portando a termine i corsi denominati "Somministrazione e vendita alimenti" - Trento 1 - previsto dal citato articolo 19 del nuovo accordo di Programma ed ha comunicato la data di svolgimento del corsi in oggetto, della prova d'esame ed i nominativi dei docenti designati con nota prot. n. 57666 di data 01 febbraio 2017 (documentazione n. 1);
- considerato pertanto che al termine dei citati corsi di formazione professionale si rende ora necessario procedere alla costituzione delle commissioni di esame, sulla base delle vigenti disposizioni provinciali che ne recano la disciplina;
- vista pertanto la Legge provinciale 7 agosto 2006, n. 5 e s.m.i. "Sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino", ed in particolare l'art. 119 e l'Allegato B), riportanti le modalità ed i termini di abrogazione delle disposizioni della Legge provinciale 3 settembre 1987, n. 21;
RIFERIMENTO : 2017-S116-00033
Pag 2 di 6
- vista la Legge provinciale 3 settembre 1987, n. 21 e ss.mm.ii. "Ordinamento della formazione professionale" ed in particolare l'articolo 9, comma 8, avente ad oggetto "Accertamento del livello di professionalità";
- atteso che l'articolo 9, comma 3, della Legge provinciale 3 settembre 1987, n. 21 e ss.mm.ii.
prevede che le commissioni di esame per l'accertamento del livello di professionalità sono composte da:
a) un funzionario provinciale, o un esperto in una delle materie d'esame, con funzioni di presidente;
b) il responsabile della sede di attività o un docente suo delegato con funzioni di vicepresidente;
c) omissis d) un esperto designato dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello provinciale dei lavoratori della categoria interessata o affine;
e) un esperto designato dalle organizzazioni imprenditoriali o professionali della categoria interessata o affine;
f) i docenti del centro di formazione professionale o dell'attività riconosciuta;
- atteso altresì che l'articolo 9, comma 4, della Legge provinciale 3 settembre 1987, n. 21 e ss.mm.ii. dispone che "la commissione è validamente costituita anche nel caso in cui le organizzazioni di cui ai punti d) ed e) del comma precedente non abbiano provveduto alla designazione entro trenta giorni dalla richiesta fatta dall'assessore competente in materia di addestramento e formazione professionale. Tale disposizione si applica anche per i casi di sopraggiunti impedimenti da parte dei componenti designati dalle predette organizzazioni";
- richiamato ai fini della organicità del presente atto il già citato l'Accordo di Programma tra la Provincia Autonoma di Trento e la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Trento per la durata della XIV^ legislatura, approvato con la deliberazione della Giunta provinciale n. 316 di data 20.02.2009, sottoscritto tra le parti il 20.03.2009;
- richiamate altresì le deliberazioni della Giunta provinciale n. 494 di data 12.3.2010, n. 2901 di data 14.12.2010, n. 1268 di data 15.06.2012, n. 1528 del 20.07.2012, n. 123 del 01.02.2013 e n.
1898 di data 16.09.2013 aventi ad oggetto la modifica dell'Accordo di Programma di cui al precedente alinea;
- richiamata altresì la deliberazione n. 2120 di data 9.12.2014 recante "Accordo di Programma tra la Provincia autonoma di Trento e la Camera di Commercio Industria, artigianato e agricolura di Trento: approvazione di una proroga dell'Accordo per il 2014; approvazione del Programma di attività per il 2014, destinazione degli avanzi 2013, finanziamento attività 2014 e finanziamento per funzioni amministrative della C.C.I.A.A. di Trento (impegno complessivo di spesa pari a 3.035.568,40). Presa d'atto della conformità alle direttive provinciali 2014 del primo provvedimento di assestamento del preventivo economico dell'Ente camerale relativo all'esercizio 2014;
- richiamate qui le deliberazioni n. 49 e n. 50 di data 29.06.2015 assunte dalla Giunta camerale della Camera di Commercio, ed in particolare l'allegato 1 della seconda deliberazione citata;
- vista la nota di data 05 dicembre 2016 n. 655011 con cui Accademia d'Impresa comunica i propri bisogni formativI per l'anno 2017 alle strutture provinciali competenti (documentazione 2);
- vista inoltre la deliberazione della Giunta provinciale n. 1693 di data 5.08.2011 che con l'allegato A) approva le sopraccitate modalità gestionali delle attività formative affidate alla C.C.I.A.A., così
RIFERIMENTO : 2017-S116-00033
Pag 3 di 6
come richiamate nell'articolo 19 comma 1) lettera c) del nuovo Accordo di Programma;
- considerato che le suddette modalità gestionali di cui al citato allegato A) risultano ancora in vigore fino alla data della sua eventuale revisione nonostante sia intervenuto un nuovo Accordo di Programma tra le parti e che, tra l'altro, al punto 6.2 rubricato "Esami" tale allegato demanda al Servizio provinciale competente in materia di istruzione e formazione professionale il provvedimento di costituzione delle commissioni di esame delle attività formative realizzate in virtù dell'Accordo di Programma e di cui è causa il presente atto;
- vista la deliberazione della Giunta provinciale n. 1685 di data 6.10.2015 avente ad oggetto "Integrazione all'Atto organizzativo della Provincia, approvato con deliberazione della Giunta provinciale n. 1509 di data 7 settembre 2015. Rappresentazione degli Uffici e degli Incarichi speciali quali articolazioni delle strutture organizzative complesse, semplici o di missione in cui incardinati. Disposizioni in merito agli incarichi di preposizione agli Uffici e agli Incarichi speciali ai sensi della legge provinciale 3 aprile 1997, n. 7 e ss.mm.", con la quale viene affidata la competenza in materia di costituzione delle commissioni di esame delle specifiche leggi (categoria a cui è ricondotta la tipologia formativa in oggetto) a questo dirigente tramite l'Incarico speciale Esami di Stato;
- vista la deliberazione della Giunta provinciale n. 712 di data 19.05.2014 e ss.mm.ii. avente ad oggetto "Nuove disposizioni in materia di compensi spettanti ai componenti, aventi diritto, delle commissioni d'esame costituite per il conseguimento di patenti di mestiere, di certificati di abilitazione e di idoneità professionali, previsti negli strumenti di Programmazione della Formazione professionale e da specifiche leggi provinciali e nazionali;"
- atteso che le Associazioni di categoria sono invitate alla designazione di un rappresentante previo accordo delle stesse secondo le modalità di cui alla già citata deliberazione della Giunta Provinciale n. 1693 di data 5.08.2011; pertanto la nomina dei rappresentanti di categoria designati avviene in virtù dell'applicazione del principio dell'alternanza seguendo l'ordine preposto;
- vista la nota trasmessa da Confcommercio in data 10 febbraio 2017 n. 77366 con la quale designa il signor Mattia Zeni e il signor Ermanno Sartori quale sostituto (documentazione 3);
DETERMINA
1) di costituire la Commissione d'esame per l'accertamento dell'esito positivo della frequenza del corso "Somministrazione e vendita alimenti"- Trento il giorno 28 febbraio 2016, come di seguito riportato:
MEMBRO EFFETTIVO SOSTITUTO RUOLO
GIOVANNA CAPPELLI Silvia Pedrotti Presidente MAURO LEVEGHI
In caso di grave impedimento è
delegato alla sostituzione Adriano Tenuti Direttore del corso PAOLO BENATI Rosaria Benedetti Docente del corso NADIR PAOLI Denis Andreolli Docente del corso PAOLO DI BRAIDA Angelo Vittorio Salzedo Docente del corso MATTIA ZENI Ermanno Sartori Rappresentante Confcommercio RIFERIMENTO : 2017-S116-00033
Pag 4 di 6
2) di disporre che nel caso di indisponibilità, da parte dei funzionari provinciali designati nelle commissioni, a presenziare sia come presidente sia come sostituto, sarà comunque individuato dalla Dirigente un altro funzionario cui assegnare l'incarico, dandone comunicazione in tempo utile alla Commissione interessata;
3) di dare atto che dalla presente determinazione non derivano oneri aggiuntivi a carico del bilancio provinciale.
RIFERIMENTO : 2017-S116-00033
Pag 5 di 6 FRC
Non sono presenti allegati parte integrante LA DIRIGENTE
Laura Pedron RIFERIMENTO : 2017-S116-00033
Pag 6 di 6

Torna all'inizio