Insegnante di religione cattolica nella Formazione Professionale

Inquadramento professionale

In base al vigente C.C.P.L . (Contratto Collettivo Provinciale del Lavoro), l’insegnante di religione cattolica della formazione professionale è inquadrato nel comparto scuola come "Personale della formazione professionale” nelle categorie del personale insegnante formazione professionale “laureato” e “non laureato”.

Requisiti culturali per l’accesso alla figura di "insegnante di religione cattolica"

I titoli di accesso per le discipline dell’area culturale e professionale sono definiti nella  Delibera n. 186 del 10/02/2017, anche in riferimento al DPR 20 agosto 2012, n. 175 “Esecuzione dell'intesa tra il Ministro dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca e il Presidente della Conferenza episcopale italiana per l'insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche, firmata il 28 giugno 2012.”

Svolge le seguenti mansioni

  • Svolge attività pedagogico-didattiche finalizzate sia allo specifico educativo, sia all'acquisizione degli obiettivi culturali e professionali da raggiungere in riferimento agli specifici piani di studio dell’insegnamento della religione cattolica
  • Nell'esercizio dell'attività e nel rispetto degli obiettivi e programmi stabiliti conserva autonomia metodologica e didattica
  • Attua verifiche dei livelli di apprendimento degli allievi rispetto alla programmazione didattica
  • Partecipa all'aggiornamento professionale e culturale e attua le attività di sperimentazione didattiche e metodologiche, con l'ausilio anche di mezzi tecnologici e secondo le prescrizioni di massima fornite dagli organi competenti
  • Svolge attività di collaborazione connesse con l'organizzazione del Centro di formazione, comunque inerente alla propria qualifica e tutto ciò che è previsto dagli organismi partecipativi del Centro stesso
  • Ha responsabilità professionale nell'ambito delle proprie funzioni
  • In particolare:
    ·esplica attività di insegnamento della religione cattolica avente carattere culturale con attenzione specifica all'ambito della formazione professionale
    ·esplica attività di studio e di ricerca per il continuo adeguamento delle metodologie didattiche, redigendone, anche l'inerente documentazione e collaborando all'organizzazione scolastica
    ·partecipa, attraverso un proprio autonomo e responsabile apporto, alla programmazione degli interventi nell'ambito della programmazione collegiale
    ·esplica attività di predisposizione di atti per le valutazioni periodiche e finali degli allievi
    ·esplica altre attività afferenti la funzione docente o ad essa riconducibile
    ·svolge, nell'ambito dell'articolazione della funzione docente, le attività in ordine a tutte le iniziative previste dalla normativa vigente

Riferimenti contrattuali

Raccolta delle disposizioni contrattuali applicabili al personale Ausiliario, Tecnico e Amministrativo (A.T.A.)   e assistente educatore delle scuole ed Istituti di istruzione elementare e secondaria, del personale insegnante e dei coordinatori pedagogici delle scuole dell’infanzia e del personale per la formazione professionale della Provincia autonoma di Trento.

Torna all'inizio