Dal riabitare la montagna ai progetti dei giovani sulle professioni della green economy: queste la proposte di Re-play³

Fondazione Franco Demarchi per il Festival dell’Economia
Con 11 incontri, un laboratorio, 3 mostre e un’installazione, le iniziative in piazza Santa Maria Maggiore di “Re-play³” rappresentano un’occasione per fare tesoro di quanto successo in quest'anno e mezzo complicato, ma soprattutto sono un’opportunità per fare rete e discutere di come sfruttare al meglio tutte le esperienze innovative realizzate e realizzabili che potranno fare la differenza nel nostro futuro.
“Abbiamo organizzato delle iniziative - spiega Federico Samaden, presidente della Fondazione Franco Demarchi - il cui filo conduttore sono i territori che diventano laboratori di sperimentazione, di progetti innovativi e di educazione trasversale, coinvolgendo l’ente pubblico e il terzo settore che s’impegnano quotidianamente nella realizzazione concreta di una comunità accogliente, che punta a diventare comunità educante.”

Sul filone di una nuova sussidiarietà per un welfare generativo di montagna la programmazione di domani, 5 giugno, inizierà alle ore 11 con l’incontro “Riabitare la montagna: dal turismo alla residenzialità”, in cui il confronto sarà su come la residenzialità sia cambiata, a fronte del fenomeno dello spopolamento montano e della nascita parallela di nuove tipologie di residenzialità più o meno temporanea e qua quali sviluppi futuri si possono immaginare. Francesco Gabbi, progetto Ospitar in Trentino - CBS Srl, dialogherà con Alessandro Pirani, C.O. Gruppo, e Federica Maino di Eurac, che presenteranno Saranno presentate esperienze concrete, di come riabitare la montagna ipotizzando nuovi sviluppi futuri tra spopolamento montano e nascita di nuove tipologie di residenzialità.
Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, nell’incontro “Lettura e canto nella relazione bambino-papà” saranno illustrate alcune progettualità che fanno comprendere le potenzialità e l’importanza della lettura e del canto nella relazione genitore-figlio. Ne parleranno con Egon Angeli, della Tana dei Papà, Chiara Ioppi, referente provinciale Nati per leggere, Oriana Modestia, referente regionale Nati per la musica, e il pediatra Leopoldo Pellegrini. Questo confronto vuol essere anche un momento introduttivo e preparatorio al laboratorio, rivolto ai bambini da 0 a 6 anni, sulle letture per papà e bambini organizzato sempre in piazza (info e prenotazioni biblioteca@fdemarchi.it ).
Alle ore 16.30 saranno presentate alcune progettualità di “Green Jobs”, l’iniziativa sulle professioni della green economy e sulle competenze trasversali legate all’imprenditorialità, con alcuni studenti del liceo "Rosmini" di Rovereto e dell’Istituto Tecnico Tecnologico "Buonarroti" di Trento che porteranno la loro testimonianza e le loro idee innovative.
Infine alle 17.30 in piazza S.M. Maggiore il dialogo sarà su “Un nuovo modello di cooperazione per lo sviluppo di un welfare di montagna”, dove interverranno Elbert Krasniqi, ministro Enti Locali Repubblica del Kosovo, Sandro Gozi, europarlamentare, Stefano Giaccone, senior consultant M&E and project financing. A moderare l’incontro sarà Maurizio Camin, direttore Associazione Trentino per i Balcani, che interverrà anche domenica 6 giugno alle 11 per l’ultimo appuntamento in programma in cui sarà presenta “L’esperienza del welfare trentino nei progetti di cooperazione allo sviluppo”. Interverranno Raffaele Crocco, giornalista RAI e direttore "Atlante delle Guerre", Gjergj Guri, manager esperto di Sviluppo Locale, Mauro Cesaretti, esperto di Cooperazione Internazionale e Roberto Sani, imprenditore.
Con le interviste ai protagonisti, di tutte queste iniziative se ne parlerà anche nelle dirette radiofoniche di SanbaRadio, presente nelle due ultime giornate del Festival in piazza S. Maria Maggiore. 

Il programma completo è consultabile al sito www.fdemarchi.it – 0461 273614.

Torna all'inizio