“Educazione civica digitale per abitare la rete e contrastare il cyberbullismo”: prorogati i termini del bando

La domanda di partecipazione potrà essere presentata dalle scuole entro lunedì 28 ottobre
Con un provvedimento approvato oggi su proposta dell’assessore all’istruzione Mirko Bisesti la Giunta provinciale ha deliberato di prorogare alle ore 12 di lunedì 28 ottobre il termine per la presentazione delle domande di adesione al bando "Educazione civica digitale per abitare la rete e contrastare il cyberbullismo" per gli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021, emanato lo scorso agosto dalla Giunta provinciale, che prevedeva scadenza di partecipazione per lunedì 14 ottobre. Riguardo al bando, per la prima volta di durata biennale, sono state manifestate dalle scuole numerose richieste di approfondimento necessarie all’adesione, pertanto la cabina di regia per il supporto all’analisi dei progetti di educazione alla cittadinanza digitale ha proposto la proroga.

Fra gli obiettivi del bando vi sono l’acquisizione di competenze di educazione civica digitale e l’approfondimento di temi del contrasto al cyberbullismo, dell’utilizzo consapevole dei social network e della sicurezza in rete. Sono previsti fino a 980 percorsi in 70 istituti scolastici a partire dal prossimo gennaio, con una durata di quattro ore in aula e l'attivazione di sette percorsi ad anno scolastico per ogni scuola, di cui uno rivolto ai genitori, uno ai docenti e minimo cinque rivolti agli studenti.

La domanda di partecipazione al bando, firmata dal dirigente scolastico, valida per gli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021, dovrà essere presentata dalle scuole utilizzando esclusivamente la modulistica pubblicata sul sito internet della Provincia autonoma di Trento a questo link:  http://www.modulistica.provincia.tn.it/  

Torna all'inizio