Expo Valsugana Lagorai, in mostra il meglio dei mestieri del Trentino

Questa mattina Levico Terme l’inaugurazione della tradizionale fiera mercato del Trentino Occidentale
Levico Terme ha saluto oggi l’inaugurazione di Expo Valsugana Lagorai, la tradizionale  mostra mercato dedicata alle imprese e ai mestieri del Trentino Orientale. Cuore della fiera è il Palalevico, la struttura espositiva che gli organizzatori hanno riconfermato per proporre un appuntamento che quest’anno si presenta con nuove prospettive ed obiettivi: “L’edizione 2019 - spiegano - propone molte novità agli operatori economici e ai visitatori, un pubblico eterogeneo che vuole conoscere il territorio”. Anche il presidente della Provincia autonoma di Trento era presente stamani a Levico Terme: “Le aziende presenti ad Expo Valsugana Lagorai rappresentano il fulcro dell’economia di questo territorio e del Trentino. Sono imprese che hanno creduto nella Valsugana e, superata la crisi di questi anni, si presentano con i loro migliori prodotti. Loro sono il messaggio migliore ai giovani, ai quali dobbiamo ribadire che fare l’artigiano, creare un’impresa sul territorio è un’opportunità”.

L’edizione 2019 di Expo Valsugana Lagorai rappresenta al meglio - come spiegano gli organizzatori - i settori economici che da sempre sono il traino del sistema Valsugana, ovvero artigianato, industria, commercio: “Le decine di stand ospitano il meglio della produzione e dei servizi, con una sguardo forte verso soluzioni innovative, quali la bio-edilizia e il risparmio energetico, il fotovoltaico, i serramenti, i sistemi isolanti di nuova generazione e le energie alternative”.

Rivolgendosi alle imprese presenti a Levico, il presidente ha ricordato l’impegno della giunta a ridurre la burocrazia: “In questi giorni stiamo discutendo con le vostre associazioni un disegno di legge in materia di semplificazione per aiutare le imprese a trovare le risposte migliori nel minor tempo possibile. Abbiamo bisogno dei vostri spunti per semplificare e ridurre la burocrazia a carico di aziende e professionisti”.
Un’altro tema della fiera è la “qualità della vita”, il vivere bene nelle diverse dimensioni: ambientale, residenziale, alimentazione e sicurezza.  In questa edizione, uno spazio di riguardo è riservato ai prodotti della terra e al benessere generale,  con un’area dedicata al settore biologico trentino dell’alimentazione e delle produzioni naturali. Una terza area propone le piante da giardino e da rimboschimento.

Le scuole professionali della Valsugana sono ancora una volta le protagoniste della  due giorni di Expo, grazie alle loro attività. “Il futuro - ha sottolineato a questo proposito il presidente della Provincia autonoma di Trento - passa attraverso i giovani. E’ fondamentale investire nell’istruzione e nella formazione dei ragazzi. Loro saranno gli artigiani, i commercianti e gli imprenditori di domani. Il nostro compito è anche di far credere a loro che queste attività, intimamente legate al territorio, rappresentano un’opportunità per il loro futuro, e che noi faremo il possibile per accompagnarli verso il mondo del lavoro”. Il presidente ha ricordato il protocollo condiviso con l’associazione artigiani che ha il principale obiettivi nei giovani e nelle opportunità di occupazione e sviluppo: “Oggi fare l’idraulico, elettricista, piuttosto che il falegname o il muratore è un’opportunità concreta perché il Trentino ora bisogno di queste professioni. La giunta fornirà tutto il sostegno necessario alle scuole e agli istituti che formano le future generazioni”. 

L’esposizione chiuderà i battenti domani, domenica 5 maggio 2019.

Torna all'inizio