Gli studenti futuro del Trentino

Avvio di anno scolastico al Marie Curie di Pergine con assessore e Sovrintendente
Tra le scuole secondarie di secondo grado, quest'anno per l'avvio dell'anno scolastico l'assessore all'istruzione ha visitato il "Marie Curie" di Pergine accolto dalla nuova dirigente scolastica Tiziana Gulli. All'incontro erano presenti anche la Sovrintendente scolastica Viviana Sbardella, il sindaco di Levico e l'assessore all'istruzione del Comune di Pergine.
L'assessore ha sottolineato come il personale scolastico sia da elogiare per lo sforzo di permettere il ritorno in presenza a scuola. Ha poi messo in evidenza come in questo anno scolastico sia importante parlare di programmi e competenze perché gli studenti sono futuro e il Trentino ha bisogno di loro. A scuola, ha chiarito l'assessore, gli studenti hanno la possibilità di crescere e diventare qualcosa di importante non solo come individui ma anche come comunità. Ha ricordato come il Marie Curie sia stato al centro dell'attenzione dell'assessorato per il rilancio che merita, vista anche la sua posizione strategica territoriale in Valsugana come polo per Pergine, zona dei laghi (Caldonazzo e Levico) e valle dei Mocheni.

L'assessore ha poi sottolineato come sul piano delle infrastrutture scolastiche, la Provincia autonoma ha condiviso la richiesta del Comune di Pergine per la realizzazione di una scuola secondaria di primo grado. Infine, ha augurato buon anno scolastico a tutti.
La sovrintendente scolastica Viviana Sbardella ha ricordato che ora è importante che si possa essere a scuola in presenza e riprendere le progettualità che sono state lasciate da parte a causa della pandemia. E ha evidenziato come sia fondamentale che la scuola torni a concentrarsi il più possibile sulla didattica, pur sapendo che è necessario rispettare le norme di sicurezza sanitaria.

L'ingresso del Marie Curie di Pergine, istituto di istruzione con diversi indirizzi
Torna all'inizio