Helicopters Italia, intesa rafforzata per far volare più in alto il Trentino

Visita del presidente Fugatti e dell’assessore Bisesti all’interno del centro servizi del capoluogo
Un’intesa da rafforzare per consentire al Trentino di volare più lontano. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti accompagnato dall’assessore all’istruzione Mirko Bisesti ha visitato il centro servizi di Airbus Helicopters, che fornisce servizi di prima classe per la manutenzione velivoli. Tra questi, anche gli elicotteri in dotazione all’omonimo Nucleo dei Vigili del fuoco per i soccorsi sul territorio (nello specifico due AS350 B3 E e un SA365 N3 Dauphin). La collaborazione tra Piazza Dante e Helicopters Italia - guidata dal general manager Alexandre Ceccacci - è peraltro di lunga data ed è stata rafforzata nel 2019 con la firma dell’accordo di partenariato con l’Istituto di istruzione Martino Martini di Mezzolombardo, dove è stato attivato un percorso di alta formazione professionale di tecnico superiore di manutentore aeronautico. “Con questo incontro intendiamo rafforzare la sinergia tra la Provincia e questa eccellenza del nostro territorio” ha evidenziato l’assessore Bisesti, che ha indicato l’aeronautica come “ un settore nel quale il nostro territorio ha scommesso per offrire ai nostri giovani nuove opportunità occupazionali di alto livello negli ambiti della meccanica e della manutenzione”.

Accanto al centro servizi di Trento Sud, Airbus Helicopters è presente in Italia con un centro clienti dedicato a Verona. Quello del capoluogo trentino è uno dei due centri dedicati alla manutenzione in Europa - nonché l’unico in Italia - autorizzato a svolgere attività di manutenzione di livello 3 sui motori Safran. Nella sede del capoluogo operano 52 dipendenti: un team dedicato gestisce gli ordini, dalle consegne di routine a situazioni di emergenza, fornitura di cambi standard e servizi di riparazione. È infatti presente un’ampia scorta di parti disponibili (oltre 10.000) come pezzi di ricambio, componenti, gruppi meccanici, moduli motore ed equipaggiamenti, pale rotore, materiale e componenti standard pronti per essere montati o spediti immediatamente. All’interno della struttura è presente inoltre il centro di formazione ufficiale Airbus Helicopters e Safran H.E. con istruttori altamente qualificati che forniscono corsi di formazione teorici e pratici per il personale addetto alla manutenzione degli elicotteri. L’aggiornamento è dunque puntuale e continuo nell’arco della vita lavorativa dei diendenti. Si parla di circa duemila ore di addestramento l’anno.
Tra questi potrebbero aggiungersi prossimamente gli studenti diplomati all’Istituto Martini di Mezzolombardo. Dopo la firma dell’accordo di collaborazione di due anni fa, entro fine 2021 è previsto per la scuola l’ottenimento della certificazione dell’Enac. Seguiranno dunque dal prossimo anno scolastico le attività formative in aula presso l’Istituto Martini e quelle pratiche all’interno dell’azienda.
Gli elicotteri Airbus volano nel nostro Paese da 50 anni e rappresentano il 33% della flotta civile e parapubblica in Italia con 90 clienti e una flotta di oltre 240 elicotteri (esclusi quelli militari) in servizio. Questi velivoli sono peraltro particolarmente apprezzati nei segmenti di missione come servizi medici di emergenza (Ems), ricerca e salvataggio (Sar), aviazione privata e d'affari e rivestono un ruolo di leadership nel mercato del lavoro aereo, segmento in cui ricoprono la quasi totalità della flotta di elicotteri a turbina.

Immagini e video a cura dell'Ufficio Stampa

Torna all'inizio