L'anno scolastico a Rovereto parte dal Liceo Filzi

L'assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro nella classe che l'anno scorso vinse un concorso indetto dal Senato
Visita di inizio anno scolastico nella classe quarta EA2 del Liceo Filzi di Rovereto che si è distinta l'anno scorso per aver presentato in Senato una proposta di legge per ridurre lo spreco di illuminazione notturna nell'ambito di un'iniziativa a carattere didattico che ha coinvolto 80 classi di tutta Italia. La visita l'ha compiuta questa mattina l'assessore provinciale sviluppo economico, ricerca e lavoro, che si è recato in quello che un tempo era lo storico Istituto Magistrale di Rovereto oggi diventato Liceo delle Scienze Umane.

L'assessore provinciale ha incontrato la dirigente Manuela Broz che ha illustrato la realtà e gli indirizzi della scuola che  quest’anno scolastico è frequentata da 750 studenti suddivisi in 36 classi collocate all'interno dell'edificio principale di corso Rosmini e nella succursale  ubicata in parte delle ex scuole medie Paolo Orsi.
La  visita al Liceo Filzi  si è conclusa nella quarta EA2 dove i ragazzi hanno illustrato brevemente l'iniziativa alla quale hanno partecipato l'anno scorso. Gli studenti hanno infatti aderito ad un progetto indetto dal Senato della Repubblica per valorizzare i fondamenti della democrazia. È nata quindi l'idea di creare una legge che riduca l'impatto ambientale dell'illuminazione notturna. Una proposta che è piaciuta a tal punto da essere premiata nell'ambito del concorso nazionale. L'assessore provinciale si è complimentato con i ragazzi per questo loro importante successo scolastico e ha formulato gli auguri per un buon anno di studio.

Liceo Filzi, Rovereto
Torna all'inizio