Prima campanella nelle Giudicarie

A Pinzolo, Tione e Comano Terme le visite degli assessori provinciali
Prima campanella oggi anche nelle scuole delle Giudicarie e tanta emozione fra studenti e professori per un nuovo anno scolastico che, dopo i disagi causati dalla pandemia, ha sicuramente un sapore speciale. L’obiettivo è, senza dubbio, fare in modo che questa ripartenza non debba essere interrotta nuovamente. Lo hanno ribadito gli assessori della Giunta provinciale che hanno visitato tre istituti delle Giudicarie per augurare ai ragazzi e al corpo docente un buon inizio d’anno.

L’assessore allo sport e turismo si è recato di primo mattino presso l’Istituto comprensivo Val Rendena, a Pinzolo, accolto dal sindaco del paese e dal nuovo dirigente scolastico, Giuseppe Prigiotti. L’ingresso a scuola si è svolto regolarmente, separato fra i bambini delle elementari e quelli delle medie, oltre 800 in totale gli studenti, considerate anche le sedi distaccate. L’assessore ha poi visitato la sede di Madonna di Campiglio.

A Tione, presso l’Istituto don Guetti, circa 900 i ragazzi iscritti, si è recato l’assessore provinciale agli enti locali, ex sindaco e soprattutto ex studente della scuola. Accolto dal dirigente, Alessandro Fabris, l’assessore ha salutato due quinte classi ricordando l’importanza di investire su se stessi nel periodo scolastico e credere nelle proprie capacità per conquistare il futuro.

Il vicepresidente della Provincia invece, nella splendida cornice del Parco delle Terme di Comano, ha incontrato, insieme al dirigente, Renato Paoli, i ragazzi di alcune classi dell’Istituto Comprensivo Giudicarie Esteriori, circa 600 complessivamente gli studenti che frequentano medie ed elementari. Il vicepresidente ha evidenziato come quello di oggi sia un momento davvero importante, auspicando, con l'impegno di tutti, che l’anno scolastico possa andare avanti e concludersi, così come è iniziato, ovvero in presenza.

Inizio anno scolastico - Comano Terme Istituto Giudicarie Esteriori
Torna all'inizio