Soggiorni studio nei Paesi extra Unione Europea: approvati i criteri per accedere alle borse di studio

Dal 7 febbraio al 7 marzo 2019 le iscrizioni
Incentivare la mobilità studentesca per favorire scambi linguistici e culturali tra i giovani di tutto il mondo, questa in sintesi la finalità del bando approvato oggi dalla Giunta provinciale. L’intervento è finanziato interamente dalla Provincia autonoma di Trento. La spesa per la concessione delle borse di studio è stimata in 348.000,00.
In particolare, il Bando è rivolto agli studenti del secondo o terzo anno del secondo ciclo di istruzione che intendono frequentare un periodo annuale o parziale nei Paesi extra Unione europea in corrispondenza dell’anno scolastico 2019/20.
Il Bando e la relativa modulistica sono scaricabili dal sito www.vivoscuola.it e dal sito www.modulistica.provincia.tn.it. La domanda deve essere presentata dalle ore 9.00 di giovedì 7 febbraio 2019 fino alle ore 15.30 di giovedì 7 marzo 2019

DESTINATARI

Sono ammessi all’iniziativa gli studenti che presentano i seguenti requisiti:

  • frequentano le classi seconda o terza del secondo ciclo di istruzione in istituti scolastici italiani;
  • hanno un’età non superiore ai 20 anni non compiuti;
  • sono residenti in Provincia di Trento;
  • hanno conseguito, a livello di merito,nell’anno scolastico 2017/2018 la promozione alla classe successiva con al massimo un debito formativo il cui recupero deve essere documentato al massimo entro la data di presentazione della domanda di borsa di studio;
  • appartengono, a livello di condizione economica, ad un nucleo familiare con indicatore ICEF inferiore a 0,60 con riferimento alla politica “Piano Trentino Trilingue”.

L’assegnazione della borsa di studio è comunque vincolata, nell’anno scolastico 2018/2019, alla promozione alla classe successiva senza voti negativi o debiti formativi.

DOVE

Il percorso d’istruzione all’estero deve essere svolto presso un’istituzione scolastica con sede in un Paese extra Unione europea. Per l’organizzazione del percorso scolastico lo studente può adottare modalità libere, quali, a titolo esemplificativo, l’adesione a proposte di mobilità studentesca promosse dall’istituzione scolastica di provenienza, l’iscrizione a programmi all’estero attuati da enti, associazioni, agenzie operanti nel settore della mobilità studentesca, la progettazione autonoma del percorso con ricerca personale della scuola estera e della soluzione di alloggio.

DURATA

La durata del percorso d’istruzione può essere annuale (minimo 240 giorni) o parziale (minimo 110 giorni).

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di adesione all’iniziativa deve essere presentata dalle ore 9.00 di giovedì 7 febbraio 2019 fino alle ore 15.30 di giovedì 7 marzo 2019 con una delle modalità stabilite dal Bando (paragrafo 5).

GRADUATORIA E ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO

Il dirigente del Servizio Istruzione e formazione del secondo grado, a conclusione dei controlli previsti dal Bando, approva con determinazione la graduatoria delle domande ammesse, ordinata secondo il valore crescente dell’indicatore ICEF. Gli elenchi degli ammessi e non ammessi all’iniziativa non saranno pubblicati. L’Amministrazione, via e-mail, comunicherà l’ammissione o non ammissione al beneficio e fornirà tutte le indicazioni per partecipare all’iniziativa. 

La concessione della borsa di studio è vincolata alla regolare frequenza del percorso scolastico all’estero (annuale o parziale) e al conseguimento di una positiva valutazione finale di merito rilasciata dall’istituto estero. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi ai numeri: 0461-491346 0461/497234 del Servizio istruzione e formazione del secondo grado, università e ricerca e consultare il www.vivoscuola.it.

Torna all'inizio