Valle di Cembra, il punto sulle opere per viabilità e Olimpiadi

Incontro tra la Giunta provinciale e i sindaci. Definito un ulteriore finanziamento
La Giunta provinciale, impegnata oggi nella seduta itinerante nel Comune di Altavalle, si è confrontata con i sindaci della valle di Cembra, alla presenza del commissario della Comunità di valle per ascoltare le esigenze del territorio. L’incontro è stata anche l’occasione per informare la comunità sullo stato di attuazione di opere pubbliche e di viabilità finanziate sul territorio, anche in relazione al miglioramento infrastrutturale legato alle Olimpiadi 2026. I tecnici dell’Agenzia provinciale per le opere pubbliche-Apop hanno fornito il quadro aggiornato degli interventi finanziati, per un importo complessivo che supera i 25 milioni di euro. A questa dotazione si aggiunge la copertura finanziaria per un ulteriore intervento, relativo al ponte sul rio Riddi, definita con una delibera approvata oggi dalla Giunta.

Fra i tredici interventi illustrati da Mario Monaco, dirigente di Apop, ci sono il collegamento Piazze-Segonzano, sulla strada provinciale 102 delle Piramidi, il cui primo tratto finanziato per oltre 5,6 milioni di euro dalla Provincia e dai territori interessati vede i lavori in corso, e il secondo tratto finanziato per 7,8 milioni tramite le risorse derivanti dalle Olimpiadi invernali 2026. Per quest’ultimo tratto, l’avvio della progettazione è previsto nell’anno in corso, l’inizio dei lavori nel 2023 e la conclusione tra l’autunno 2024 e l’estate 2025.

Un importo complessivo ancora maggiore riguarda gli interventi per la messa in sicurezza della strada provinciale 71, una serie di cinque opere che raggiungono un totale di 8,2 milioni di euro. Anche in questo caso, il finanziamento trova copertura attraverso le risorse per le Olimpiadi 2026 e sono analoghi i tempi previsti per progettazione, avvio dei lavori e loro conclusione.

Seguono tra gli interventi finanziati il miglioramento sismico del Ponte dell’Amicizia e del ponte sul Rio Regnana, il marciapiede tra Lona e Lases, il marciapiede a Valda.  

Nel confronto tra la Giunta e i sindaci si è parlato anche delle prossime priorità da definire. Dal territorio, in particolare dal Comune di Giovo, è arrivata la richiesta per l’allargamento della SS 612 della valle di Cembra nei pressi dell’abitato di Mosana, il cui costo è stato stimato in circa 1,8 milioni, sulla quale proseguiranno gli approfondimenti.

La stessa SS 612 è stata comunque oggetto di diversi lavori eseguiti dal Servizio di gestione strade della Provincia. Tra questi i lavori di risanamento del ponte sul rio Riddi a Lisignago, per 400.000 euro. Seguirà sempre per il ponte, come già evidenziato, un ulteriore intervento di circa 1,5 milioni di euro programmato per il 2023, la cui copertura finanziaria è stata definita con la delibera adottata nella seduta odierna della Giunta.

Torna all'inizio