F.A.Q. Domanda di messa a disposizione (MAD) CS

Domande e risposte frequenti

Se ho già inviato la domanda online e mi accorgo di doverla modificare, cosa posso fare?

La domanda può essere presentata una sola volta; pertanto una volta effettuato l’invio non può più essere rinviata. Si raccomanda pertanto massima attenzione nella compilazione corretta prima dell’invio definitivo.

Chi può presentare la messa a disposizione per collaboratore scolastico? 

Può presentare la domanda di messa a disposizione chiunque abbia un diploma/attestato di qualifica durata almeno triennale o un diploma di durata quadriennale o quinquennale. Non può però presentare domanda chi risulta già inserito nelle graduatorie d’istituto di collaboratore scolastico attualmente vigenti approvate con deliberazione della Giunta provinciale n. 1068 di data 30 giugno 2014. Può presentare domanda anche chi ha soltanto il diploma di licenza media o un diploma/attestato di qualifica di durata biennale, solo se ha anche già conseguito un’anzianità di servizio come collaboratore scolastico/bidello pari ad almeno 180 giorni anche non continuativi prestati nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento

Se non ho un diploma/attestato di durata triennale ma un diploma di durata quadriennale o quinquennale posso presentare domanda? 

Sì.

Se ho il diploma di licenza media posso presentare domanda? 

In questo caso è possibile presentare domanda solo se si ha già conseguito un’anzianità di servizio come collaboratore scolastico/bidello pari ad almeno 180 giorni anche non continuativi prestati nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento.

Se ho il diploma di qualifica triennale o diploma quadriennale o quinquennale devo anche avere i 180 giorni di servizio come collaboratore scolastico/bidello per presentare domanda?

 No, chi ha questi diplomi può presentare domanda anche se non ha 180 giorni di servizio.

Se sono già inserito nelle graduatorie d’istituto attualmente vigenti della Provincia autonoma di Trento per collaboratore scolastico posso presentare domanda? 

No.

Qual è il periodo per poter presentare domanda? 

Le domande di messa a disposizione possono essere presentate dalle ore 10.00 del giorno 7 giugno 2022 alle ore 10.00 del giorno 17 giugno 2022.

Per quante istituzioni scolastiche della Provincia posso presentare domanda di messa a disposizione? 

Si possono scegliere al massimo 25 istituzioni scolastiche o formative. Comunque deve essere scelta almeno una istituzione scolastica o formativa

Quando le istituzioni scolastiche potranno utilizzare le MAD presentate con la presente procedura? 

Le MAD saranno utilizzate a partire dall’anno scolastico 2022/2023 cioè dal 1° settembre 2022 e avranno valore fino al 31 agosto 2023. In ogni caso saranno utilizzate solo dopo lo scorrimento delle graduatorie d’istituto per collaboratore scolastico.

Come i candidati saranno contattati per l’assegnazione delle supplenze dalle istituzioni scolastiche e formative? 

I candidati saranno contattati mediante SMS. Pertanto è necessario indicare un proprio numero di cellulare nell’apposito spazio della domanda.

Quali sono i criteri di priorità per la graduazione delle domande? 

Come specificatamente indicato nel documento approvato con deliberazione della Giunta provinciale n. 829 di data 13 maggio 2022 i criteri di priorità sono l'anzianità di servizio come collaboratore scolastico presso le istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dipendenze della Provincia autonoma di Trento. A parità di condizioni prevale il criterio cronologico della data di presentazione della domanda.

Quale servizio può essere fatto valere al fine di attivare i criteri di priorità? 

Nella domanda, negli appositi spazi, può essere fatto valere esclusivamente il servizio prestato come collaboratore scolastico nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento. Per coloro che partecipano in possesso del diploma di licenza media + 180 giorni di servizio può essere fatto valere come criterio di priorità solo il servizio prestato come collaboratore scolastico/bidello prestato presso le istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento prima del 4 ottobre 2018 o dopo il 29 dicembre 2021.

Se ho prestato servizio come collaboratore scolastico/ausiliario nelle scuole dello Stato, Regioni, Comuni o in scuole paritarie o nelle scuole dell’infanzia o asili nidi o alle dipendenze degli enti locali lo posso far valere al fine di attivare i criteri di priorità? 

No, può essere indicato esclusivamente il servizio prestato come collaboratore scolastico/bidello nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento.

Come faccio a calcolare quanti giorni di servizio ho, al fine di attivare i criteri di priorità?

Il calcolo è dato dalla semplice somma dei periodi di servizio effettuati come collaboratore scolastico nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento, con esclusione dei soli periodi non validi ai fini giuridici ed economici. Per il calcolo dei giorni si considera il periodo del contratto contando i giorni da calendario (giornate non lavorative comprese)

A quale data devo far riferimento per il calcolo dei periodi di servizio utili per attivare i criteri di priorità ? 

I periodi di servizio utili sono quelli effettuati fino alla data di presentazione della domanda.

Il servizio prestato in situazione di comando, utilizzo o messa a disposizione è utile al fine di attivare i criteri di priorità? 

No, il servizio deve essere prestato effettivamente presso le istituzioni scolastiche e formative provinciali della Provincia autonoma di Trento. Non viene quindi valutato il servizio prestato in situazione di comando, utilizzo o messa a disposizione, seppure come personale ATA, presso altre strutture che non siano le istituzioni sopra indicate.

Qual è la modalità di presentazione della domanda di partecipazione? 

Le domande devono essere compilate e presentate con modalità online tramite la Carta Nazionale dei servizi (CNS) o la tessera sanitaria/carta provinciale dei servizi (CPS) rilasciata dalla Provincia autonoma di Trento oppure tramite il sistema digitale pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini ed imprese (SPID), collegandosi al portale www.vivoscuola.it nell’area dedicata a questa procedura e seguendo le istruzioni indicate.

Torna all'inizio