Curare senza paura. La sicurezza e la prevenzione delle violenze di genere nelle professioni sanitarie

Forum in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne

La Commissione Pari Opportunità é da sempre impegnata a combattere e prevenire gli atti di abuso e di violenza commessi nei confronti di tutte le donne, lavoratrici e non, attraverso iniziative di informazione, formazione, sensibilizzazione. Questa volta abbiamo deciso di dedicare un focus alle violenze di genere nell’ambito delle categorie che operano nel settore sanitario e dei servizi di assistenza alla persona. Esso è vasto e complesso, caratterizzato da una pluralità di figure professionali, mansioni ed attività lavorative e da una importante presenza di forza lavoro femminile. I dati europei rilevano che il tasso di infortuni sul lavoro in questo settore è di circa un terzo superiore rispetto alla media Ue in altri comparti. I principali fattori di rischio sono connessi alle peculiari modalità di organizzazione del lavoro. Sui rischi cosiddetti classici, si innestano poi fattori di natura più strettamente psico-sociale fino ad arrivare, nei casi più gravi, a violenza fisica e sessuale. La violenza sui luoghi di lavoro, così come una percezione di insicurezza e pericolo, minaccia non solo la qualità della vita lavorativa del personale medico e paramedico, ma anche la qualità dei servizi erogati alle persone malate. È necessario assicurare a chi lavora un ambiente di lavoro sicuro e un trattamento rispettoso. Condizioni di lavoro poco sicure e inappropriate possono essere considerate come forme di violenza; con questo seminario, inoltre, ci poniamo l’obiettivo di contribuire all'elaborazione e alla promozione di politiche con tolleranza zero per la violenza comprendenti legislazione e regolamentazione corrette, sanzioni giudiziarie, norme sugli ambienti di lavoro ed indicazioni per la cooperazione con altre organizzazioni che condividono la lotta alle violenze.

Torna all'inizio