Scuola e ambiente in dialogo

Che cosa significa per la scuola oggi abitare la complessità del mondo che la circonda?

A partire da marzo 2020 la scuola italiana ha subito una serie di sconvolgimenti radicali che necessitano di essere rielaborati affinché il passato e il presente ci consentano di acquisire strumenti operativi per il futuro. Alla base di tale esigenza c’è la conspevolezza della fragilità che, oggi più che mai, caratterizza la vita umana e l’essere del Pianeta e c’è la responsabilità del mondo scolastico di trasformare la paura nel coraggio di cercare nuove prospettive e di promuovere progetti educativi che sollecitino a essere attivi e a prendersi cura, a riflettere e a immaginare per trasformare le cose.

L’incontro di mercoledì 28 aprile vedrà protagonisti due grandi maestri del Movimento di Cooperazione Educativa: Franco Lorenzoni e Francesco Tonucci. Il loro continuo confronto con l’urbanistica, l’architettura, la pedagogia, l’ecologia e molti altri ambiti di ricerca ci guiderà a interrogare il rapporto tra scuola e ambiente, tra bambini e città, il significato profondo dell’educazione civica e i confini visibili e invisibili della scuola di oggi.

Ma per cercare prospettive future è necessario comprendere e rielaborare l’esperienza vissuta.
Franco Lorenzoni è stato uno dei primi a mettere in luce l’esigenza di una “rielaborazione del lutto” relativamente alla chiusura delle scuole durante il primo lockdown del 2020. Un’esigenza che a un anno di distanza è ancora attuale. Da queste parole di Lorenzoni è nato il progetto ripARTiamo! del MultiLab della Libera Università di Bolzano ( https://multilab.projects.unibz.it/il-multilab/ ), che ha offerto, a molte scuole del Trentino-Alto Adige e alla Scuola Italiana di Madrid, l’opportunità di avviare questo tentativo di comprensione della situazione attuale a partire dalle emozioni di bambini e bambine. L’incontro sarà quindi un’occasione preziosa per riflettere su cosa è stato fatto e cosa è ancora possibile fare per non lasciare i più piccoli soli di fronte alla singolarità del presente. La partecipazione al Webinar è gratuita. La registrazione è richiesta per motivi di privacy.
Per maggiori informazioni:  https://www.unibz.it/it/events/137693-scuola-e-ambiente-in-dialogo

La partecipazione è gratuita, ma la registrazione è richiesta per motivi di privacy.
Qui trovate il  link  all'iscrizione.

Torna all'inizio