I Romani nelle Alpi. A 150 anni dalla scoperta della Tavola di Cles

Mercoledì 29 maggio alle ore 17 allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas
Mercoledì 29 maggio, alle ore 17, allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, in piazza Cesare Battisti a Trento, si terrà l’incontro “I Romani nelle Alpi. A 150 anni dalla scoperta della Tavola di Cles” tenuto da Elvira Migliario docente di Storia romana presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento. L’iniziativa si svolge nell’ambito delle attività di valorizzazione del patrimonio culturale curate dall’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali provinciale.

Quando, e perché, le Alpi entrarono nell'orizzonte degli interessi di Roma? Quali furono le principali tappe che portarono all'acquisizione del controllo della regione alpina? Con quali interventi strutturali, strumenti giuridici, e pratiche amministrative, le Alpi e i popoli che le abitavano divennero parte integrante del sistema imperiale romano? Partendo da questi quesiti l’incontro intende affrontare alcuni temi rilevanti per la storia della regione trentino-altoatesina, ma anche della storia europea.
Tra le testimonianze che attestano la romanizzazione del territorio trentino, la Tavola clesiana, scoperta nel 1869 a Campi Neri di Cles, riveste un ruolo di notevole importanza. La tavola in bronzo, conservata al Castello del Buonconsiglio, risale al 46 dopo Cristo e riporta l’editto con cui l’imperatore Claudio conferisce la cittadinanza romana agli Anauni, gli abitanti della Val di Non. Nel documento è nominata per la prima volta la città di Tridentum come splendidum Municipium.

Informazioni
Provincia autonoma di Trento
Soprintendenza per i beni culturali
Ufficio beni archeologici
Via Mantova, 67 - 38122 Trento
tel. 0461 492161
uff.beniarcheologici@provincia.tn.it
www.cultura.trentino.it/Temi/Archeologia

Torna all'inizio