Piano di accostamento linguistico 0/6 anni: il Dipartimento istruzione precisa

In risposta a quanto apparso in questi giorni sulla stampa locale, in merito ad una presunta sospensione del Piano di accostamento linguistico per la fascia 0/6, si ritiene utile fornire alcune precisazioni.

Il Programma annuale della scuola dell'infanzia per l'anno scolastico 2020-2021, approvato nel giugno scorso con una delibera su proposta dell’assessore Bisesti, conferma a tutti gli effetti la prosecuzione del Piano di accostamento linguistico e più precisamente ne garantisce la prosecuzione attraverso:

  • insegnanti con competenza linguistica collocati su 158 posti di sezione tra scuole dell’infanzia provinciali e scuole dell’infanzia equiparate
  • prosecuzione della formazione linguistica e metodologica per il personale insegnante, inserita nel piano annuale di formazione del personale
  • messa a disposizione delle scuole di personale qualificato esterno.

A fine anno, con l’esaurimento del finanziamento del fondo sociale europeo, si conclude in effetti il contratto di collaborazione con le ditte CIEFFE srl e ISIT srl che riguardava la messa a disposizione di personale qualificato esterno, in affiancamento agli insegnanti di sezione con competenza linguistica, per permettere agli stessi di completare la formazione linguistico-metodologica per l’entrata a regime del Piano stesso.

L’Amministrazione conferma in ogni caso la volontà di proseguire con il progetto nel suo complesso e, in attesa delle nuove assegnazioni dei fondi europei che riguarderanno il settennato 2021-2027, sta lavorando per definire metodi e risorse per non disperdere quanto è stato fatto sino ad ora.

Preme sottolineare che nella riprogettazione del progetto di affiancamento, in considerazione del delicato momento che il Paese sta vivendo per la diffusione pandemica, si stanno cercando soluzioni consone alla salvaguardia della salute dei bambini, limitando al minimo le occasioni di contatto con personale esterno al sistema scolastico.

Vero è che tutte le scuole dell’infanzia e nidi assicurano e continueranno ad assicurare un accostamento linguistico di qualità, considerato l’alto livello di professionalità e specializzazione raggiunto da insegnanti ed educatori.

A garanzia di ciò si sottolinea che il progetto di accostamento alle lingue è costantemente presidiato e monitorato dall’Ufficio pedagogico-didattico provinciale, in collaborazione con l’Università di Parma e che per il personale interno è stato messo a punto un impianto di formazione specifico (linguistico e metodologico), con l’intento di offrire interventi di qualità e con l’obiettivo di giungere alla gestione autonoma del progetto. Infine, proprio nei giorni scorsi, a conclusione del primo quinquennio, con la collaborazione di UNIPR e UNIMIBicocca, ha preso il via l’azione di monitoraggio della ricaduta del Progetto nelle strutture con l’intento di ri-programmare le modalità formative.

Torna all'inizio