Scuola trentina e Covid 19: il sondaggio

L’assessore Bisesti ringrazia le Consulte provinciali di genitori e studenti per il prezioso contributo
Partecipazione e collaborazione sono il denominatore comune della strategia messa in campo dall’assessore all’istruzione Mirko Bisesti, per superare la complicata fase che anche la scuola trentina sta affrontando a causa dell’emergenza sanitaria. Gli incontri che l’assessore sta conducendo in questi giorni con tutti gli attori del mondo scolastico, riscontrano partecipazione e soprattutto la consapevolezza che la straordinarietà del momento necessita del contributo di ognuno per poter essere affrontata con sistematicità e efficacia. A riprova di tutto ciò le Consulte Provinciali dei Genitori e degli Studenti hanno accolto l’invito dell’assessore e, con il contributo scientifico di Maria Vidi, psicologa sociale del lavoro e delle organizzazioni, specializzata in formazione delle risorse umane, hanno predisposto un questionario che mira a raccogliere quante più informazioni possibili sui temi della didattica a distanza effettuata in questo periodo di sospensione delle lezioni in presenza. Il sondaggio è stato indirizzato a tutti coloro che a qualsiasi titolo nella scuola lavorano: docenti, studenti, famiglie, dirigenti e personale scolastico ed è compilabile online all’indirizzo: https://forms.gle/zG4HELSJQrQZBXjSA .

“Ringrazio le Consulte – ha commentato l’assessore Bisesti – per la disponibilità a fare sinergia per ottimizzare tutti gli strumenti che stiamo mettendo in campo, affinché la scuola non venga meno al suo progetto educativo. Raccomando a tutti di partecipare, compilando il questionario, poiché questa mappatura ci permetterà di avere consapevolezza della situazione reale riferita agli aspetti organizzativi e tecnologici che hanno caratterizzato questo periodo di didattica online”.

Il questionario spazia dagli aspetti tecnici (disponibilità strumentazione informatica, connessione internet e competenze digitali) ad aspetti più organizzativo-didattici, non trascurando però l’aspetto psicologico, che indubbiamente gioca un ruolo molto importante sugli esiti dell’impegno profuso.

“Gli esiti del questionario – ha concluso Bisesti - ci permetteranno di avere contributi preziosi anche per la programmazione già in atto del nuovo anno scolastico. Sono fiducioso che con l’aiuto di tutti riusciremo a perfezionare l’organizzazione del lavoro e ad avere ulteriori informazioni utili. Insieme riusciremo ad individuare la strada migliore per il successo formativo dei nostri studenti”.

Il sondaggio: https://forms.gle/zG4HELSJQrQZBXjSA

Torna all'inizio