Concorso straordinario, per titoli ed esami: assunzioni a tempo indeterminato nella figura professionale di collaboratore scolastico - categoria A

Riservato ai candidati con almeno 3 anni di servizio come collaboratore scolastico PAT
Tutte le informazioni sul concorso

Figura professionale
Oggetto

Concorso straordinario, per titoli ed esami, per la copertura di complessivi 250 posti a tempo indeterminato nella figura professionale di collaboratore scolastico - categoria A, nelle istituzioni scolastiche e formative della Provincia autonoma di Trento (articolo 23 della legge provinciale 3 agosto 2018 n. 15).

Stato concorso
IN ATTO
Delibera/Determinazione di approvazione
Bando/Avviso

Concorso straordinario, per titoli ed esami: assunzioni a tempo indeterminato nella figura professionale di collaboratore scolastico - categoria A 
Pubblicazione del bando di concorso pubblico sul Bollettino Ufficiale n. 8/Concorsi del 24/02/2021

Inizio presentazione domande
Giovedì, 25 Febbraio 2021 ore 14:00
Scadenza presentazione domande
Lunedì, 29 Marzo 2021 ore 14:00

Documentazione Concorso

Faq Concorso

Il concorso è aperto a tutti?

No, non è un concorso pubblico ma un concorso straordinario per la stabilizzazione di dipendenti che hanno già maturato anzianità di servizio e che sono in possesso degli requisiti stabiliti dal bando (vedi faq “Quali sono i requisiti richiesti?”).

Qual è il periodo di presentazione della domanda?

Le domande di partecipazione al concorso possono essere presentate dalle ore 14.00 del giorno 25 febbraio 2021 alle ore 14.00 del giorno 29 marzo 2021.

Quanti sono i posti messi a concorso?

I posti complessivamente a concorso sono 250.

Quali sono i requisiti richiesti?

I requisiti sono quelli previsti dagli articoli 4 e 5 del bando.
In particolare è necessario il possesso di tutti i seguenti requisiti specifici:

  • aver maturato negli otto anni scolastici antecedenti alla data di scadenza di presentazione della domanda, almeno 3 anni scolastici continuativi di servizio nella qualifica professionale di collaboratore scolastico – categoria A, svolti presso le istituzioni scolastiche e formative alle dirette dipendenze della Provincia autonoma di Trento
  • essere inclusi nelle graduatorie provinciali e di istituto della Provincia autonoma di Trento, vigenti alla data di entrata in vigore della legge provinciale 3 agosto 2018 n. 15 (4 agosto 2018), per il medesimo profilo professionale
  • non essere dipendenti assunti a tempo indeterminato del personale ATA e assistente educatore della Provincia autonoma di Trento

Quali sono gli otto anni di riferimento in cui devo aver maturato i 3 anni richiesti come requisito di accesso?

Gli otto anni di riferimento sono quelli del periodo dal 01/09/2012 al 31/08/2020.

Come maturo un anno scolastico di servizio ai fini del concorso?

Per avere riconosciuto 1 anno di servizio è sufficiente aver svolto almeno 180 giorni di servizio nell’anno scolastico considerato (01/09 – 31/08) nella specifica figura professionale. Non è necessario che i 180 giorni siano tra loro continuativi; quindi possono essere maturati anche sommando supplenze temporanee diverse e separate, purché all’interno dell’anno scolastico in questione.

Quali sono i periodi di servizio utili per il calcolo dei 180 giorni?

Sono considerati validi tutti i periodi di servizio, comprese le festività, ferie ed assenze, ad esclusione dei periodi di servizio per i quali non è previsto riconoscimento giuridico ed economico.

Cosa si intende per 3 anni continuativi?

Si intende che i 3 anni maturati (con quindi almeno 180 giorni in ogni anno scolastico, vedi faq “Come maturo un anno scolastico ai fini del presente concorso?”) siano consecutivi l’uno con l’altro, senza che vi sia stata interruzione tra gli stessi (ad esempio ho il requisito per partecipare se ho gli anni scolastici 2013/2014, 2014/2015 e 2015/2016 ma non se ho gli anni scolastici 2013/2014, 2014/2015 e 2016/2017).

Qual è la modalità di presentazione della domanda di partecipazione?

Le domande devono essere compilate e presentate con modalità online tramite la Carta Nazionale dei servizi (CNS) o la tessera sanitaria/carta provinciale dei servizi (CPS) rilasciata dalla Provincia autonoma di Trento oppure tramite il sistema digitale pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini ed imprese (SPID), collegandosi al portale www.vivoscuola.it nell’area dedicata al concorso e seguendo le istruzioni indicate.

Se ho già inviato la domanda online e mi accorgo di doverla modificare, cosa posso fare?

Fino alla scadenza dei termini di presentazione, la domanda può essere inviata più volte.
L'Amministrazione terrà conto dell'ultima domanda arrivata.

Quali sono le fasi per l’invio della domanda on-line?

Una volta compilata la domanda si può salvare in bozza per un suo completamento ed invio successivo; in questo caso va digitato il comando: “SALVA IN BOZZA E CHIUDI”.
Per inviare la domanda compilata (o la bozza eventualmente salvata in precedenza) proseguire come di seguito:

  • cliccare il comando “PROCEDI PER CONVALIDARE” dove il sistema consente di allegare eventuali file
  • a ultimo per completare l’invio (in presenza o meno di allegati) cliccare il comando “CONFERMO ED ACCETTO QUANTO SOPRA RIPORTATO” solo in questo momento la domanda risulta inviata all’Amministrazione

Come verifico se la domanda è stata correttamente inviata?

Dopo aver cliccato il comando “CONFERMO ED ACCETTO QUANTO SOPRA RIPORTATO” si visualizza a video un messaggio di avvenuta acquisizione della domanda nel sistema. Entro massimo 24 ore verrà spedita all’indirizzo e-mail indicato in domanda la ricevuta di ricezione e protocollazione della domanda.

Cosa devo fare se non ricevo la e-mail di ricezione della domanda?

Devo tempestivamente contattare il n. verde 800228040.
In particolare, se la domanda viene inviata in prossimità della scadenza della raccolta domande si suggerisce di contattare comunque il n. verde qualora la e-mail di conferma non fosse stata tempestivamente recapitata.

Cosa devo fare se non riesco a compilare la domanda?

Per problemi tecnici devo contattare il numero verde 800228040.
Per le richieste relative ai requisiti necessari per l’ammissione al concorso o relative alla compilazione della domanda devo consultare le presenti FAQ o chiamare il numero unico 0461/491340.

Si può avere un'utenza spid anche se si è all'estero?

Si, tramite il servizio gratuito offerto da Sielte.
Seguendo le istruzioni che ti indicheranno gli operatori di Sielte potrai completare la registrazione totalmente online tramite un pc, tablet o dispositivo mobile munito di una webcam. Il tempo medio per l’inserimento dei dati online è di circa 10 minuti, mentre per il riconoscimento e rilascio identità è di 5 giorni lavorativi. Modulo di adesione raggiungibile all’indirizzo https://myid.sieltecloud.it/registration/

Posso usare la Security Card per presentare la domanda di partecipazione al concorso?

NO. L'accesso ai servizi online è consentito tramite SPID oppure tramite la carta provinciale dei servizi, mentre gli strumenti derivati come la Security card e le app OTP Pat non sono più attive per questo procedimento.

Dove trovo le informazioni e i chiarimenti per compilare la domanda?

Tutte le informazioni necessarie per la compilare la domanda sono indicate nel documento “guida alla compilazione della domanda online” nell’apposita pagina per la compilazione online della domanda.

La tassa di concorso può essere rimborsata?

No, in nessun caso.

In cosa consiste il colloquio previsto dal bando?

Il colloquio consiste nella proposizione di una serie di domande a contenuto teorico o teorico-pratico sulle materie indicate nel bando. La durata e modalità del colloquio saranno stabilite dalla Commissione esaminatrice. Per superare il colloquio è necessario raggiungere il punteggio minimo di 18/30.

Entro quale termine devo aver conseguito i titoli di servizio e cultura valutabili previsti dal bando?

Tutti i titoli (culturali e di servizio ) previsti dall'allegato A) del bando devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Il servizio prestato in situazione di comando, utilizzo o messa a disposizione viene valutato?

No, il servizio deve essere prestato effettivamente all’interno delle istituzioni scolastiche o di formazione professionale o presso scuole o istituti statali, di istruzione primaria, secondaria o artistica (istituti d’arte o licei artistici) della Provincia autonoma di Trento. Non viene quindi valutato il servizio prestato in situazione di comando, utilizzo o messa a disposizione, seppure come personale ATA, presso altre strutture che non siano le istituzioni qui appena indicate.

Torna all'inizio