Concorso ordinario, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di docenti della scuola secondaria di I, II grado e sostegno

Tutte le informazioni sul concorso

Figura professionale
Oggetto

Concorso ordinario, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado e per l’insegnamento del sostegno, nelle istituzioni scolastiche provinciali a carattere statale della Provincia autonoma di Trento (articolo 3 del Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 59 “Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107”).

Stato concorso
IN ATTO
Delibera/Determinazione di approvazione
Bando/Avviso

Concorso ordinario, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di docenti della scuola secondaria di I, II grado e sostegno
Pubblicazione del bando di concorso pubblico sul Bollettino Ufficiale n. 24/Concorsi del 17/06/2020

Inizio presentazione domande
Giovedì, 18 Giugno 2020 ore 12:00
Scadenza presentazione domande
Lunedì, 20 Luglio 2020 ore 12:00

Faq Concorso

Quali sono i tempi di presentazione della domanda di inserimento?

Le domande di partecipazione alla procedura concorsuale possono essere presentate dalle ore 12.00 del giorno 18 giugno alle ore 12.00 del giorno 20 luglio 2020.

Quali sono i requisiti di accesso per partecipare alla procedura concorsuale?

I requisiti per accedere alla procedura sono i seguenti:

Posti per la scuola secondaria di I e II grado
possesso di abilitazione specifica sulla classe di concorso o analogo titolo conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
oppure
possesso congiunto di:
a) laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso o analogo titolo conseguito all'estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

b) 24 crediti formativi universitari o accademici, di seguito denominati CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

Possono presentare domanda anche i candidati che – pur non in possesso dei in possesso dei 24 CFU/CFA di cui sopra, siano in possesso di abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente.

 

Posti di sostegno

In aggiunta ai requisiti previsti per i posti per la scuola secondaria di I e II grado, possesso del titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado conseguito ai sensi della normativa vigente o analogo titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

 

Posti di insegnante tecnico pratico

Possesso del titolo di accesso alla classe di concorso previsto dalla normativa vigente;
I nuovi requisiti previsti dal Decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59 (i 24 CFU) saranno applicati per le procedure concorsuali bandite a partire dall’a.s. 2024/2025.

Posso presentare domanda di partecipazione al concorso ordinario in Provincia di Trento e anche in un’altra Regione?

No, la domanda – a pena di esclusione dal concorso – deve essere presentata in via esclusiva solo per la Provincia di Trento.

Se ho effettuato erroneamente due versamenti posso recuperare la somma versata?

Sì, scrivendo una mail a serv.perscuola@provincia.tn.it

Nelle dichiarazioni relative ad eventuali titoli di preferenza a parità di punteggio, di cui al punto 11 del modello di domanda, la preferenza 17) può essere indicata anche nel caso in cui sia stato svolto un servizio per un intero anno scolastico (180 giorni effettivi) presso le scuole provinciali della Provincia Autonoma di Trento?

Sì, può essere indicata e, automaticamente, viene attribuita anche la preferenza di cui al successivo punto b1).

Quando posso indicare la preferenza di cui al numero 18) del punto 11 del modello di domanda “numero figli a carico”?

È possibile indicarla se i figli nel corso dell’anno solare 2019 non hanno superato un reddito complessivo di euro 4.000,00, se avevano un’età inferiore a 24 anni al 31 dicembre 2019, e di 2.840,51 negli altri casi e risultano a carico fiscalmente (dichiarazione dei redditi/modello unico) indipendentemente dalla percentuale.

Il mio titolo di studio ha una valutazione espressa in centodecimi e il sistema non mi permette di inserire il corretto valore. Come comportarmi?

Il sistema informatico chiede la valutazione esclusivamente in centesimi e quindi il punteggio deve essere rapportato a 100.

Come sapere se il mio titolo di studio prevede esami o crediti formativi vincolanti per l’accesso all’insegnamento?

Devo verificare quanto indicato dalle Tabelle allegate al decreto del Presidente della Repubblica 19/2016 e al decreto ministeriale 259/2017

Classi di concorso della tabella A e della tabella B (insegnanti tecnico-pratici):
https://www.istruzione.it/graduatoriedistituto/allegati/D.P.R.%2019_2016%20Nuove%20Classi%20di%20Concorso.pdf

Classi di concorso della tabella A come modificate dal DM 259/2017:
 https://www.miur.gov.it/web/guest/-/d-m-n-259-del-9-maggio-2017

Non ho sufficiente spazio per inserire gli esami sostenuti o i crediti formativi per l’ammissione come devo procedere?

Si potrà proseguire utilizzando lo spazio specifico nella sezione analoga o nel campo Eventuali note.

Che data devo inserire se la mia Certificazione unica attestante l’assolvimento dell’acquisizione dei 24 CFA/CFU mi indica quella in cui ho scaricato il documento?

Va inserita la data dell'ultimo esame sostenuto.

I 5 punti aggiuntivi previsti dal punto A.1.2 della Tabella di valutazione titoli per “abilitazione specifica conseguita attraverso percorsi selettivi di accesso” sono attribuiti a tutti i titoli di abilitazione?

A norma del bando di concorso il punteggio aggiuntivo viene attribuito alle procedure abilitanti conseguite tramite procedure selettive pubbliche. Pertanto non hanno diritto ai 5 punti aggiuntivi i seguenti titoli che rientrano nel punto A.1.3:

  • concorsi ordinari
  • sessione riservata di esami
  • corsi speciali abilitanti
  • percorsi abilitanti speciali (PAS)
  • titolo UE (i 5 punti sono attribuibili solo nel caso in cui l'abilitazione sia stata conseguita con procedura selettiva pubblica per titoli ed esami e sia stata riconosciuta dal MIUR)

Il superamento del concorso previsto dal Decreto Dipartimentale MIUR n. 85 dd. 1/02/2018 e di cui all'articolo 17, comma 2, lettera b), e commi 3, 4, 5 e 6, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado, è valutabile ai sensi del punto B.4.1 della tabella di valutazione?

Sì, il concorso è valutabile ai sensi del punto B.4.1 della tabella di valutazione.

Come viene valutata la certificazione CLIL conseguita presso l’IPRASE dopo l’anno scolastico 2015/2016?

Il punteggio per i corsi di metodologia CLIL conseguiti presso l'IPRASE, indetti dopo l’anno scolastico 2015/2016, è attribuito agli aspiranti docenti solo se i medesimi sono provvisti, anche di certificazione linguistica:

  • B2 per classe di concorso di inserimento afferente alla scuola secondaria di primo grado
  • C1 per classe di concorso di inserimento afferente alla scuola secondaria di secondo grado

Nelle dichiarazioni relative ai titoli di servizio, devo inserire la numerazione /denominazione delle classi di concorso vigente o quella precedente alla riforma attuata con il D.P.R. 19 del 2016?

Per i servizi svolti fino all’anno scolastico 2015/2016 si devono inserire le numerazioni/denominazioni delle classi di concorso previste dal sistema previgente (DM 39/98).
Per i servizi svolti, invece, a partire dall’anno scolastico 2016/2017 si devono inserire le numerazioni/denominazioni delle classi di concorso previste dal sistema vigente (DPR 19 del 14 febbraio 2016)

Es. A050 (Materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado) (fino all’anno scolastico 2015/16)
A012 (Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado) (a partire dall’anno scolastico 2016/17).

Quanti giorni di servizio servono per raggiungere la valutazione di un intero anno scolastico?

Serve un numero non inferiore a 180 giorni di servizio effettivo, al netto delle assenze non retribuite, oppure, ai sensi dell'articolo 11, comma 14, della legge 124/1999, servizio prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.

Il servizio reso nell’anno scolastico in corso (2019/2020) a quali fini è valutabile?

Il servizio è valido ai seguenti fini:

  • per l’attribuzione del punteggio di servizio, fino alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda
  • per l’attribuzione del punteggio previsto per la continuità di servizio presso le scuole provinciali

Il servizio compreso nei periodi di sospensione dell’attività didattica prevista per il contenimento dell’epidemia COVID19 è valido?

Sì. In costanza di contratto il servizio reso in detti periodi è valido a tutti gli effetti.

Dove posso trovare gli allegati del D.M. n. 201 del 20 aprile 2020 in cui sono indicano i programmi concorsuali per le varie classi di concorso?

Li posso trovare sul sito del Ministero dell'Istruzione, al seguente link:
https://www.miur.gov.it/web/guest/-/decreto-ministeriale-n-201-del-20-aprile-2020

Se presento domanda di partecipazione al concorso ordinario in Provincia autonoma di Trento, posso partecipare alla procedura abilitante anche in altre Regioni/Province?

Sì. L’esclusività della presentazione della domanda in una sola Regione o Provincia vale solo per la partecipazione alla medesima procedura concorsuale.

Posso concorrere su più classi di concorso?

Sì, ciascun candidato può concorrere per una classe di concorso per la scuola secondaria di primo grado, una classe di concorso per la scuola secondaria di secondo grado e una per la procedura sul sostegno nella scuola secondaria di primo grado. Le procedure per le quali ci si può iscrivere risultano quindi essere al massimo tre.

Non riesco a inserire la data finale del contratto che sto svolgendo in questo anno scolastico. Come comportarmi?

Nella dichiarazione del servizio la data fine deve coincidere con la data fine dell’ultima nomina. Per il corrente anno scolastico, la data limite è quella del 20 luglio 2020, data che corrisponde al termine per la presentazione delle domande di partecipazione. Se il contratto in essere prevede la proroga estiva va indicata la data del 30/06/2020.

Come posso procedere alla compilazione della domanda se intendo inserire più classi di concorso?

Si deve presentare una domanda per ogni classe di concorso/tipologia di posto.

Per procedere alla compilazione di più domande, relative a classi di concorso diverse, dopo aver inviato la prima, il sistema permette di muoversi nei seguenti due modi:

  • mediante un clic su procedi di “Nuova domanda (1)”. In questo caso il modulo si presenterà completamente vuoto, fatto salvo per alcuni dati anagrafici
  • mediante un clic su procedi di “Stato INVIATA”. In questo caso il modulo si presenterà con tutti i campi precedentemente compilati; il candidato provvederà quindi a sostituire la classe di concorso esistente con quella nuova e, una volta effettuato il cambio, il sistema manterrà i seguenti dati, riferiti alle sezioni sotto riportate:

1. anagrafica completa
2. dichiarazioni generali
3. ulteriori titoli culturali e professionali – punto B)
4. servizio prestato con continuità

Il candidato procederà infine a completare il modulo con i dati specifici della nuova classe di concorso.

In caso di pluralità di domande su classi di concorso diverse, il versamento della tassa concorsuale (euro 25,00) deve essere unico o uno per ogni classe di concorso/sostegno per cui si chiede l’inserimento?

Il versamento deve essere unico a prescindere dal numero di classi di concorso o posto di sostegno per le quali si chiede l’inserimento. L'importo totale sarà quindi di 25 euro con la causale indicante: nome e cognome del candidato, codice/i delle classi di concorso.

Torna all'inizio