Facilitatore linguistico per l’insegnamento dell’italiano agli stranieri

Il facilitatore linguistico è un docente o un esperto esterno alla scuola che facilita l’apprendimento dell’italiano da parte degli studenti stranieri

Chi è

Il facilitatore linguistico è un docente o un esperto esterno alla scuola che facilita l’apprendimento dell’italiano da parte degli studenti stranieri.

Il facilitatore linguistico:

  • promuove l’apprendimento dell’italiano come seconda lingua (L2) a studenti di madrelingua non italiana
  • supporta l’attività dei docenti delle varie materie, collabora nella programmazione e valutazione degli interventi da realizzare

Il facilitatore linguistico deve possedere almeno uno dei requisiti per ciascuno dei seguenti punti:

A. Conoscenza della lingua italiana
  • essere di madrelingua italiana
  • avere una competenza certificata in italiano corrispondente al livello C2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d’Europa
  • avere un diploma di laurea almeno triennale conseguito in un’università italiana
B. Titolo di studio
  • diploma di laurea almeno triennale
  • titolo di abilitazione all’insegnamento nelle scuole italiane
C. Formazione
  • almeno 200 ore di formazione specifica organizzata dalla Provincia, volta all’apprendimento delle modalità di insegnamento dell’italiano come seconda lingua
  • almeno 200 ore di formazione specifica riconosciuta dalla Provincia, volta all’apprendimento delle modalità di insegnamento dell’italiano come seconda lingua e aver frequentato un corso di 20 ore di formazione specifica organizzato dalla Provincia
  • 15 crediti formativi universitari (CFU), in materia di didattica dell’italiano agli stranieri riconosciuti dalla e aver frequentato un corso di 20 ore di formazione specifica organizzato dalla Provincia
  • aver insegnato presso scuole italiane all’estero per almeno cinque anni scolastici e aver frequentato un corso di 20 ore di formazione specifica organizzato dalla Provincia
D. Inserimento nell’elenco provinciale dei facilitatori linguistici

L’inserimento nell’elenco provinciale dei facilitatori linguistici può avvenire solo se si è in possesso dei primi 3 requisiti sopra descritti (A-B-C).

L’elenco provinciale dei facilitatori linguistici:

  • è messo a disposizione delle istituzioni scolastiche
  • è suddiviso tra elenco docenti ed elenco esperti esterni; in prima battuta la scuola utilizza i docenti interni presenti nell’elenco; secondariamente può avvalersi degli esperti esterni
  • non è una graduatoria e per questo le chiamate per incarichi di lavoro non devono rispettare alcun ordine prestabilito
  • è aggiornato ogni due anni

Prossimo aggiornamento dell’elenco: giugno 2019

Torna all'inizio