Formazione degli insegnanti delle scuole dell’infanzia provinciali

Gli insegnanti della scuola dell’infanzia trentina hanno il diritto e l’obbligo alla formazione permanente, a garanzia di una professionalità sempre aggiornata. Catalogo formativo e Catalogo Open Space

Cos’è

La formazione è un diritto/dovere che obbliga l’Amministrazione all’erogazione e gli insegnanti alla partecipazione attiva.

La formazione degli insegnanti delle scuole dell’infanzia provinciali ha come finalità l’aggiornamento della preparazione professionale attraverso l’approfondimento della conoscenza dello sviluppo infantile secondo le più recenti ricerche in campo neuro-psico-pedagogico e sociologico.

I percorsi formativi affrontano diversi argomenti portando riflessioni pedagogiche su metodologie e strategie didattiche, nuovi strumenti per l’apprendimento, capacità relazionali per il lavoro in team e con le famiglie.

A chi si rivolge

La formazione si rivolge a tutti gli insegnanti della scuola dell’infanzia.

Quando si svolge

La formazione è compresa nel monte ore appositamente riservato a questo scopo, ed è inclusa nelle 210 ore annue previste per le attività connesse con il funzionamento della scuola, che si aggiungono ovviamente al monte ore di lavoro con i bambini.
Vengono organizzati gruppi al pomeriggio e al mattino per gli insegnanti che lavorano sull’orario normale o sul posticipo.

Dove si svolge

Il luogo di svolgimento dipende dalla zona in cui si effettua il corso, ma generalmente le attività sono gestite in apposite aule adatte allo scopo o direttamente nelle sedi delle scuole, anche per favorire la conoscenza e lo scambio fra realtà scolastiche della stessa zona.

Chi eroga la formazione

L’Ente di appartenenza (Provincia, Federazione Provinciale Scuole Materne, Coesi, Asif, Ente gestore delle quattro scuole equiparate non federate) programma ed eroga la formazione per il proprio personale.
Secondo accordi specifici, è possibile per gli Enti gestori aderire alla formazione erogata dalla Provincia.
Per le scuole dell’infanzia provinciali il Piano formativo viene predisposto dall’Ufficio infanzia - Servizio infanzia e istruzione del primo grado.

Informazioni riguardanti la formazione erogata per gli insegnanti delle scuole equiparate associate sono reperibili sui relativi siti o rivolgendosi agli Enti gestori:

Piano formativo per le scuole provinciali

Formazione obbligatoria

I Collegi dei docenti scelgono ogni anno i percorsi fra quelli presentati nel Piano formativo predisposto dall'Ufficio infanzia della Provincia autonoma di Trento.
Le ore di formazione si collocano nel monte ore delle attività previste per il funzionamento della scuola (210 ore annuali).
Il monte ore dell’anno scolastico 2018/2019 dedicato alla formazione è pari a 20 ore fatta eccezione per i percorsi relativi al Piano Trentino Trilingue che prevedono un impegno formativo maggiore.
Per gli insegnanti impiegati con contratto part-time inferiore alle 12 ore e 30 minuti settimanali, sono previste 15 ore di formazione con la possibilità di completare l’intero percorso, in accordo con il coordinatore pedagogico e/o attingendo al monte ore destinato alla programmazione.

Argomenti della formazione obbligatoria

La formazione per l'anno scolastico 2018/2019 si articola nelle seguenti proposte:

  • “L’equilibrio della qualità – UTOPIA e POSSIBILITÀ” – Giornata formativa rivolta a tutti gli insegnanti della scuola dell’infanzia provinciale. Con questa iniziativa si dà inizio all’anno scolastico e si affrontano temi pedagogici ampi e trasversali ai percorsi formativi
  • la qualità nella scuola riguarda quattro piste: la documentazione, il movimento, la gestione del tempo prolungato, la continuità nido/infanzia
  • l'inclusione scolastica, affronta i temi dell'osservazione dei bambini, della progettazione educativa di spazi e tempi, e dell'organizzazione e articolazione dei gruppi in un'ottica di flessibilità per impostare una didattica individualizzata e personalizzata
  • il progetto D.E.E. (Diversity equelity and inclusion in pre-primary education and care: a gender perspective) affronta il superamento degli stereotipi di genere
  • linee guida per la qualità della continuità nido/scuola dell’infanzia
  • le lingue europee, in riferimento alle linee individuate in Provincia di Trento per sostenere il trilinguismo, è organizzata una formazione a livello linguistico e metodologico per acquisire le competenze necessarie per avvicinare i bambini alle lingue tedesco e inglese
  • la multimedialità, finalizzata alla preparazione informatica di base per l'uso del computer per comunicare e documentare, e per l'introduzione di strumenti tecnologici innovativi per i bambini, che offrono nell'ambito della media education nuovi modi e linguaggi per apprendere, esprimersi, raccontare e creare

Altri progetti sono stati proposti dai Collegi docenti su tematiche di interesse espresse direttamente dalle diverse realtà scolastiche quali

  • il linguaggio teatrale (Circolo 1 e parte del Circolo 2)
  • programmazione laboratoriale

Per l’aggiornamento a carattere obbligatorio i percorsi attivati sono:

Ambiti Percorsi formativi Gruppi
  Dall'osservazione alla progettazione 14
INCLUSIONE Dalle competenze alla progettualità 2
D.E.E. 2
QUALITÀ ESPRESSA Nella documentazione 7
Nel movimento 4
Nel tempo prolungato 5
Linee guida per la qualità della continuità 1
PROGETTUALITÀ DI CIRCOLO Il linguaggio teatrale 2
Programmazione laboratoriale 1
MULTIMEDIALITÀ Tecnologia per narrare: i-Theatre 4

Formazione a libera adesione

Gli Open space sono laboratori condotti da insegnanti esperte in un’area della didattica.
Prevedono un unico appuntamento dal carattere pratico, per imparare l’uso di un software, costruire materiali e giochi, sperimentare attività espressive.

Servizi di supporto alle attività delle scuole

Le scuole possono richiedere moduli di supporto con esperti per accompagnare la progettazione educativo-didattica, facilitare le azioni di continuità fra scuola dell’infanzia/nido, d’infanzia/scuola primaria e per l’accoglienza e l’inserimento dei bambini di altra cultura.

In particolare, il Collegio docenti di ogni scuola può richiedere:

  • moduli consulenziali e progettuali che offrono il supporto di esperti a sostegno delle progettazioni didattiche e per consolidare conoscenze
  • moduli di continuità educativa tra ordini scolastici, per un raccordo tra istituzioni educative su temi e buone prassi
  • servizi di mediazione linguistico-culturale a sostegno dell’accoglienza e inclusione dei bambini e delle famiglie con culture diverse nella realtà scolastica

Sperimentazioni e ricerche

Sperimentazione: DIGI@school&family

DIGI@school&family è un progetto che vede le tecnologie al servizio della comunità e della scuola. Si tratta della continuazione del progetto INFANZIA.Digit@les, che era stato promosso dal MIUR, con la partecipazione di alcune Università, fra le quali l’Università di Trento, e numerosi partner della ricerca scientifico-tecnologica, fra i quali, in Trentino, la Fondazione Bruno Kessler (FBK). Ora l’azione è stata assunta dalla Provincia di Trento e prosegue, con la collaborazione di FBK, nell’ambito della comunicazione scuola/famiglia attraverso strumenti informatici e un’applicazione digitale appositamente ideata.

Il progetto è attivo in 11 scuole dell’infanzia provinciali.

Informazioni e contatti per il progetto:

Servizio infanzia e istruzione del primo grado - Ufficio infanzia
Direttore Miriam Pintarelli
Segreteria: tel. 0461 496990 - ufficio.infanzia@provincia.tn.itTava
Anna Tava: tel. 0461 497261 - anna.tava@provincia.tn.it

Servizio amministrazione e attività di supporto - Ufficio innovazione e informatica
Direttore Daniela Ceccato
Segreteria: tel. 0461 497272- informatica.scuola@provincia.tn.it
Luisa Tomasi: tel. 0461 496974 - luisa.tomasi@provincia.tn.it

 

Torna all'inizio