I tirocini nelle scuole dell'infanzia

Gli studenti universitari e del secondo ciclo possono svolgere il tirocinio curriculare previsto dal loro percorso di studio presso le scuole provinciali dell'infanzia

Cosa sono

I tirocini realizzano momenti di alternanza tra studio e lavoro al fine di agevolare le scelte professionali dei ragazzi attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro.
Possono avere durata variabile a seconda di quanto previsto dai diversi percorsi di studio.

A chi si rivolgono

I tirocini si rivolgono agli studenti universitari e delle scuole superiori.
Per i tirocinanti è stato predisposto un fascicolo, "Primo contatto", che spiega in sintesi la normativa e l'organizzazione delle scuole dell'infanzia provinciali e i comportamenti da adottare da parte dei tirocinanti.

Come fare richiesta

Lo studente interessato a svolgere un tirocinio presso una scuola provinciale dell'infanzia deve rivolgersi alla segreteria dell'Università o dell’Istituto superiore di appartenenza e verificare che sia stata stipulata una convenzione tra la stessa e la Provincia autonoma di Trento-Direzione Generale.
Se così non fosse, la segreteria dovrà inoltrare una richiesta di convenzione alla Provincia Autonoma di Trento.

Nel caso in cui la convenzione fosse già in essere:

  • gli studenti universitari devono presentare una richiesta scritta di tirocinio al Dirigente dell'Unità di missione semplice Scuola e servizi infanzia. La richiesta deve contenere: nome cognome dello studente, Università di appartenenza, scuola/e individuate in cui desidera svolgere il tirocinio, monte ore da effettuare, indirizzo di posta elettronica a cui inviare le informazioni ed eventualmente numero di telefono. Alla richiesta verrà allegato il Progetto di formazione che elabora lo studente su apposito modulo dell’Università, firmato anche dal tutor universitario
  • gli studenti della scuola superiore, in accordo con i professori della materia coinvolta, devono rivolgersi al referente dell'alternanza scuola-lavoro del proprio Istituto per l’avvio della procedura prevista. La richiesta in questo caso deve pervenire dalle segreterie degli istituti. Deve essere accompagnata dal Progetto di formazione redatto dai tutor scolastici secondo il modello allegato alla convenzione in essere. La richiesta sarà valutata e accolta tenendo conto delle varie situazioni scolastiche (es. presenza di altri tirocinanti, impedimenti vari).

Attivata la convenzione, una volta accertata la disponibilità della scuola e individuato il tutor, l'UMSE invierà l’autorizzazione del Dirigente all’avvio del tirocinio tramite posta certificata.
Nel caso in cui la convenzione non fosse attiva i tempi devono prevedere la stipula della convenzione quadro.

Per i tirocini nelle scuole equiparate, federate o non federate, occorre rivolgersi alle associazioni ed enti preposti alla gestione delle stesse.

  • Federazione Provinciale Scuole Materne (FPSM) --> sito web
  • Associazione Co.E.S.I. (Comunità Educative Scuole Infanzia) --> sito web
  • Azienda Speciale Servizi Infanzia e Famiglia del Comune di Pergine Valsugana - ASIF Chemelli --> sito web  
  • scuole dell'infanzia equiparate che non sono federate:
    - scuole materne Cavalese e Masi di Cavalese --> sito web
    - scuole materne “C. Vannetti” di Rovereto (tel. 0464 - 420061)
    - scuola materna di Castelnuovo (tel. 0461 - 753637

Dopo l’autorizzazione

Una volta ottenuta l’autorizzazione per l’attività di tirocinio, i tempi e i modi di attuazione vengono concordati con il Coordinatore pedagogico (di cui la lettera porta i riferimenti).
A seconda di quanto previsto in ogni convenzione sarà richiesto al tutor di completare la scheda di valutazione e convalidare le presenze.

Torna all'inizio