Il mediatore interculturale in ambito scolastico e formativo

Il mediatore interculturale collabora con la scuola per un buon inserimento e un’effettiva integrazione dello studente straniero

Chi è

Il mediatore interculturale facilita e supporta la scuola:

  • nella fase di prima accoglienza dello studente straniero
  • nella relazione tra scuola e famiglia
  • nella realizzazione di interventi e progetti interculturali

Requisiti per l'iscrizione nell'elenco provinciale dei mediatori interculturali in ambito scolastico e formativo

L’elenco provinciale dei mediatori interculturali:

  • ha carattere informativo circa la formazione e le competenze degli iscritti
  • è messo a disposizione delle istituzioni scolastiche
  • non è una graduatoria e per questo le chiamate per incarichi di lavoro non devono rispettare alcun ordine prestabilito
  • è aggiornato ogni due anni
  • è articolato in 2 sezioni come di seguito indicato:
    - Sezione A - mediatori interculturali in ambito scolastico e formativo
    - Sezione B - mediatori interculturali in ambito scolastico e formativo per l'insegnamento della L1 (lingua madre)

 

Per iscriversi nell'elenco provinciale dei mediatori interculturali in ambito scolastico e formativo (Sezione A) è necessario non avere subito condanne penali per i reati previsti dagli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale, ovvero sanzioni interdittive dagli incarichi nelle scuole o ad attività che comportino contatti diretti e regolari con persone minori di età e possedere almeno uno dei requisiti per ciascuno dei seguenti punti:

A. Conoscenza della lingua straniera
  • conoscenza della propria lingua madre (per le persone di madre lingua non italiane)
  • conoscenza di una lingua straniera di un paese estero dove si è svolto un percorso migratorio (per i madrelingua italiani)
B. Titolo di studio
  • titolo di studio finale rilasciato al termine di un percorso scolastico della durata di almeno 12 anni
  • diploma di istruzione conseguito in una scuola secondaria di secondo grado italiana
C. Formazione
  • percorso formativo volto all'apprendimento delle modalità di mediazione interculturale in ambito scolastico e formativo organizzato dalla Provincia autonoma di Trento fino al 2013
  • percorso formativo specifico volto all'apprendimento delle modalità di mediazione interculturale in ambito scolastico e formativo non inferiore a 200 ore riconosciuto dalla Provincia autonoma di Trento, organizzato da enti pubblici o da enti privati accreditati dalla pubblica amministrazione
  • percorso formativo volto all'apprendimento delle modalità di mediazione interculturale in ambito scolastico e formativo, pari ad almeno 20 ore, organizzato dalla Provincia autonoma di Trento fino al 2013 unitamente ad un percorso formativo volto all'apprendimento delle modalità di mediazione interculturale di almeno 200 ore o a 15 CFU, riconosciuto dalla Provincia
  • almeno 100 ore all'anno di attività di mediazione interculturale negli ultimi 5 anni scolastici, presso istituzioni scolastiche formative italiane
D. Conoscenza della lingua italiana
  • avere un diploma di scuola secondaria di secondo grado (di durata quinquennale) o titolo superiore conseguito presso istituzioni scolastici italiane con insegnamento impartito in lingua italiana
  • avere una competenza certificata in italiano corrispondente al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento  per le lingue elaborato dal Consiglio d’Europa
E. Percorso di migrazione
  • per i nati in Italia: percorso migratorio di almeno tre anni continuativi in uno stato estero dopo il compimento dei 18 anni
  • per i nati in un Paese estero: essere residente in Italia da almeno due anni ed essere in possesso di regolare permesso di soggiorno

Iscrizione/Inserimento nell'elenco provinciale dei mediatori interculturali

Termini per l’iscrizione e l'aggiornamento dell’elenco: dal 1° al 30 luglio 2019

Per ottenere o mantenere l’iscrizione nell'elenco, gli interessati devono presentare la richiesta all'Ufficio per le politiche di inclusione e cittadinanza del Dipartimento istruzione e cultura - Servizio Istruzione, Via Gilli 3, 38121 Trento, utilizzando il modulo denominato "Dichiarazione sostitutiva di certificazione e dell'atto di notorietà ai fini dell'iscrizione nell'elenco provinciale dei mediatori interculturali in ambito scolastico e formativo":

 

Il MODULO compilato può essere presentato con una delle seguenti modalità:

  • invio mediante posta elettronica o Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: serv.istruzione@pec.provincia.tn.it, con allegata scansione del modulo con firma autografata e scansione del documento di identità
  • consegna agli sportelli decentrati di assistenza e di informazione della Provincia autonoma di Trento, che rilasciano ricevuta attestante la data di consegna https://comefareper.provincia.tn.it/Sportelli-per-il-pubblico
  • lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all’Ufficio per le politiche di inclusione e cittadinanza del Dipartimento istruzione e cultura - Servizio Istruzione, Via Gilli 3, 38121 Trento, con allegato il modulo con firma autografata e fotocopia di un documento di identità
  • consegna a mano con contestuale rilascio della ricevuta presso l’Ufficio per le politiche di inclusione e cittadinanza del Dipartimento istruzione e cultura - Servizio Istruzione, Via Gilli 3, 38121 Trento (6° piano stanza 6.33) dal lunedì al venerdì alle ore 9.00 alle 12.45 e il giovedì anche dalle 14.30 alle 15.30

 

Maggiori dettagli e informazioni sono contenuti nell’allegato 1 della del. n. 854 del 07/06/2019 .

Torna all'inizio