Come si attiva l'apprendistato duale per la qualifica e il diploma

Fasi e documenti necessari per l'attivazione dell'apprendistato formativo

Come si attiva

Le fasi per l’attivazione dell’apprendistato per la qualifica e il diploma sono:

1) Ricerca di disponibilità

L’impresa intenzionata ad assumere un giovane con il contratto di apprendistato duale:

  • può segnalare la propria disponibilità al portale della camera di commercio , dove le aziende possono manifestare la propria disponibilità, oltre che per percorsi di alternanza scuola lavoro, anche per l’attivazione di percorsi in apprendistato
  • può mettersi in contatto con l’Istituzione formativa relativa al settore professionale corrispondente alla propria attività d’impresa

 

Listituzione formativa che intende avviare percorsi in apprendistato per la qualifica e il diploma:

  • promuove l’apprendistato formativo nel territorio coinvolgendo i giovani e le loro famiglie e le imprese
  • raccoglie l’interesse da parte dei giovani
  • raccoglie le disponibilità delle imprese, anche utilizzando il portale della camera di commercio e le collaborazioni già in essere
2) Redazione del Protocollo tra datore di lavoro e istituzione formativa

La prima cosa da fare per attivare un contratto di apprendistato duale è la definizione del Protocollo tra il datore di lavoro e l’istituzione formativa.
Il Protocollo definisce il contenuto e la durata dei rispettivi obblighi formativi, nonché le modalità di cooperazione tra istituzione formativa e impresa.

3) Individuazione dell'apprendista

L’apprendista può essere individuato direttamente dal datore di lavoro, anche tramite un'auto candidatura del giovane,oppure può essere selezionato dall’impresa in collaborazione con l’istituzione formativa, sulla base di criteri e procedure specificati nel Protocollo sottoscritto dall’impresa e dall’istituzione formativa.
L’istituzione formativa può, d’intesa con le imprese, organizzare giornate/eventi per far conoscere alle imprese gli studenti interessati o promuovere tirocini e visite aziendali presso le aziende stesse.

4) Definizione del piano formativo individuale (PFI)

Dopo l’individuazione dell’apprendista da parte dell’impresa, l’istituzione formativa, in collaborazione con il datore di lavoro, redige il piano formativo individuale, che sarà successivamente allegato al contratto di lavoro.
Il PFI definisce il contenuto e la durata della formazione interna ed esterna, i risultati attesi a conclusione del percorso, individua il tutor formativo e il tutor aziendale ed è sottoscritto dall’apprendista, dal datore di lavoro e dall’istituzione formativa.

5) Stipula del contratto

Il contratto definisce in particolare la durata, il livello di inquadramento dell’apprendista e le modalità di svolgimento della formazione.
Avviene in forma scritta e viene sottoscritto dal datore di lavoro e dall’apprendista. Nel caso di assunzione di un minore deve essere sottoscritto anche da colui che esercita la responsabilità genitoriale.
Al contratto va allegato il piano formativo individuale.

6) Comunicazione obbligatoria di assunzione

Il datore di lavoro o il suo intermediario, dopo la stipula del contratto, deve provvedere a comunicare online l'assunzione.

Torna all'inizio